Anonimo

chiede:

Buongiorno Dottore, sono incinta da
9+4 e già dall’inizio della gravidanza ho accusato dei bruciori alle
vie urinarie che però non mi davano molto fastidio, ho pensato mi
stesse venendo la cistite, quindi ho iniziato a bere molta acqua. Da più
di una settimana sono peggiorata (non so se sia dovuto ad un rapporto
avuto un paio di giorni prima) e ho iniziato ad andare più
frequentemente in bagno (anche 8 volte in un’ora) con o senza bruciore,
intervallati da momenti in cui pur avendo lo stimolo non riesco ad
urinare oppure sento che devo urinare ma non ho lo stimolo e sto
malissimo e al momento ho solo molta difficoltà ad urinare. Contattai
il ginecologo che mi disse di prendere il monuril (senza risultato) e
allora mi prescrisse il suprax (anche questo senza risultato, anzi
sempre peggio perché non riuscivo proprio ad urinare per ore e per
aiutarmi dovevo premere sulla vescica e non sempre neanche questo mi
aiutava). A questo punto il ginecologo (dopo esame urine e urinocoltura
negativa) mi consiglia una visita urologica che ho provveduto ad
effettuare e secondo l’urologo il mio problema non è di tipo urologico
ma ginecologico in seguito a una “leucorrea incipiente” che mi ha
infiammato anche le vie urinarie (la leucorrea mi è stata riscontrata al
pronto soccorso in seguito ad una visita ginecologica nella quale mi si
consigliava tampone vaginale e per i bruciori un’urinocoltura che il
mio ginecologo non ha evidentemente ritenuto opportuno farmi fare);
ecografia ai reni e vescica tutto ok, mi ha consigliato spasmex per 3
giorni 2 volte al giorno e un integratore alimentare a base di
mirtillo. Il giorno stesso mi ha visitato il ginecologo che mi ha
prescritto anche degli ovuli di clorexidina digluconato sostenendo per
che il mio problema non sia dovuto all’infezione ma da degli spasmi
vescicali. A questo punto non so che fare, ho iniziato la terapia ieri,
ma ancora non miglioro anzi, riesco ad urinare normalmente solo la
notte, non so se perché sono più rilassata. L’urologo mi ha
tranquillizzata dicendo che non è niente di grave e che se nel giro di 3
giorni non miglioro devo fare un tampone uretrale, ma sono un po’
scoraggiata perché ormai è più di una settimana che vado avanti così,
con difficoltà ad urinare e dolori alla vescica e bruciori. Gradirei
sentire il suo parere, la ringrazio tanto buon lavoro

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora, non mi resta che consigliarle di seguire i consigli
dell’urologo e di trovare la forza per vincere il suo scoraggiamento.
Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo