Anonimo

chiede:

Buongiorno. 4 anni
fa ho subito un taglio cesareo. Al ritorno del ciclo mestruale ho
iniziato ad avere perdite ematiche infraciclo. Dall’ecografia risultava
una formazione “minus” da taglio cesareo… in pratica l’utero in una
parte non si era ben cicatrizzato ed il mio ginecologo mi diceva che lo
spotting era dovuto alla presenza di questa “nicchia” dove il sangue
mestruale si fermava ed usciva in periodo ovulatorio. Un anno fa ho
subito asportazione di un polipo e miomi per metrorragie. A distanza di
un anno vado per un’ecografia di controllo e la ferita risulta più
estesa. Vi chiedo: 1- posso affrontare altra gravidanza senza il
rischio di rottura dell’utero o devo sottopormi ad ulteriore intervento
chirurgico prima per ricucire l’utero? 2 – un eventuale rottura di
utero, in presenza di questa specie di deiscenza della ferita da taglio
cesareo, può accadere anche durante o dopo rapporti sessuali?
Grazie mille

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora, è molto difficile dare una risposta adeguata al suo
problema. Non si capisce dove fossero quei miomi: erano sull’utero? E se si, perché non è stata effettuata la correzione della deiscenza
della ferita? Per il resto stia tranquilla: l’utero non può rompersi
durante i rapporti sessuali!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo