Anonimo

chiede:

Buongiorno dottore.
Sono a 30+3 settimane, finora la mia gravidanza è stata perfetta ma oggi
sono stata in ospedale per l’ecografia di accrescimento e sono uscita con
un
certificato di gravidanza a rischio e un controllo da fare tra 1 mese per
“deflessione crescita”. I dati dell’ecografia sono: bdp 73/cc 27.6/ca
23.7/femore 56.3 peso stimano 1254 kg per 39 cm. Da quello che mi hanno
detto la crescita risulta al 10° percentile. La placenta ed il liquido
sono
corretti. La ginecologa ha cercato di tranquillizzarmi dicendo che
probabilmente si tratta di una bimba piccola di costituzione dato che
anche
noi siamo minuti ma non avendo fatto amniocentesi(ho 28 anni) ma solo il
tritest ho paura che ci sia un difetto genetico non diagnosticato. E se ci
fosse un problema nella crescita cosa procurerebbe?
Io non fumo, non ho nessuna malattia e tutti gli esami fatti
precedentemente
sono corretti. Le scrivo anche i dati delle precedenti ecografie: settimane
15+3
bdp 32.2/cc 11.5/ca 10.1/femore 19.3//settimane 20+3 bdp 46/cc
17.3/ca 14.8/femore 33.5 peso 333gr.
Secondo lei dovrei fare dei controlli più accurati tramite un privato?
La ringrazio anticipatamente

Redazione

Redazione

risponde:

Esegua una eco di secondo livello che comprende anche una flussimetria
fetale e placentare completa. Sarà cura del medico che la effettuerà
valutare, in caso di dubbi, la crescita settimanale fetale. Dai dati che
emergeranno si potrà stabilire con buona certezza se si tratta di
costituzione oppure di ritardo vero di crescita.
In questi casi infatti è fondamentale un accurato studio anatomico e dei
flussi feto placentari.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo