Crescita "a singhiozzo"

Anonimo

chiede:

Ho avuto l’ultimo ciclo il 29/8/05 (ho cicli regolari, però di 30 giorni). Il giorno 29/9 ho fatto il test di gravidanza ed è risultato positivo. Il giorno 30 ho fatto un’ECO TV ma non c’era nulla (neanche la camera). Il giorno 8/10 le beta erano 3147. Il giorno 10/10 ho fatto altra eco TV (a 17 gg dalla prima e a 6+5 sett) c’era la camera ben formata e l’embrione di 2 mm senza battito. Il gine mi ha detto che la gravidanza era un po’ indietro rispetto alla data delle ultime mestruazioni (e questo era coerente anche con la prima eco a 4 sett in cui non si vedeva ancora nulla) e mi ha post-datato di una sett (strano io avevo fatto il test di ovulazione!). Il giorno 11/10 le beta erano 27800. Ho fatto ieri 31/10 un’altra eco a 2 sett dall’ultima e la camera si era ingrandita bene mentre l’embrione è cresciuto poco e alla 8+5 anamnestica o 7+5 ecografica ridatata, era solo di 4 mm e senza battito cardiaco (forse si coglieva un leggero “sfrucuglio” ma troppo tenue per essere ben visualizzato neanche col doppler). In due sett l’embrione è cresciuto solo da 2mm a 4mm mentre la camera è cresciuta molto di più e c’è discrepanza fra camera ed embrione. Il gine mi ha detto che la 50% l’ho perso e al 50% no e si dovrà fare un’altra eco tra 1 sett per la risposta definitiva e in caso di esito buono comunque fare approfondimenti sul motivo della scarsa crescita. Ora io mi chiedo: perché aspettare quindi alla 7-8 sett l’embrione dovrebbe essere almeno 10mm e con battito? Se c’è stato un aborto interno perché questa inutile agonia? Oppure ci sono davvero possibilità di crescita “a singhiozzo” (così l’ha chiamata il gine) e l’embrione potrebbe riprendersi? E se si riprende ci sono davvero più alte possibilità del normale che non sia sano? Grazie per l’attenzione!

Redazione

Redazione

risponde:

Previsioni sulla evoluzione di una gravidanza apparentemente a decorso non tipico, sono strettamente personali, e dipendono dalla esperienza del medico e dalle apparecchiature ecografiche che usa. Senza una verifica diretta nel contesto di questa tematica purtroppo non posso dirle nulla. A volte gli embrioni compaiono in ritardo, in quanto esiste una ampia variabilità individuale. Quando poi la gravidanza si normalizza, in genere il feto è sano, anche se nessuno lo può garantire in maniera matematica.
Nello specifico però, se si vede l’embrione deve necessariamente essere percepibile il battito, in genere ben visibile prima ancora che l’embrione sia misurabile.
Inoltre su di un embrione di 4 mm con eco TV, a meno di condizioni tecniche sfavorevolissime, non esistono mai dubbi sulla presenza o l’assenza del battito cardiaco fetale.
Queste considerazioni mi lasciano perplesso….

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo