Cordone Obelicale intorno al Collo - GravidanzaOnline

Cordone ombelicale

Anonimo

chiede:

Salve, sono una mamma mancata..un destino una sfortuna che più di
questa non poteva essere..a febbraio di quest’anno il 10 doveva
nascere il mio Christian con cesareo, gravidanza andava bene.. io stavo
una meraviglia e anche il bambino non gli mancava nulla, sanissimo… cresceva benissimo. Quando il 7 ho delle perdite e nasce Christian morto. Diagnosi: cordone ombelicale attorno al collo… io ho pensato a tutto nella gravidanza per crescerlo bene riposo alimentazione ecc ma
non avevo pensato a questo cordone… ora sto facendomene una cultura personale. Sto cercando anche di capire cosa lo ha potuto provocare, se io abbia fatto qualcosa e l’unica cosa che mi viene in
mente è stata una forte paura che ho provato e nella mia ignoranza
credo che è potuta essere la causa… praticamente stavo al pc con un
amico il quale mi fece lo scherzo idiota di guardare un panorama che
nascondeva una faccia mostruosa che gridava..non le dico il terrore
che provai… e io penso che il mio bambino si sia spaventato anche lui
tanto da girarsi forse molto e cosi il cordone lo ha soffocato..ora
le chiedo può essere o è un mio pensiero sbagliato. La prego di
essere onesto e dirmi se è cosi o no.

Redazione

Redazione

risponde:

Nella mia esperienza ormai più che ventennale posso dirle che vedo
nascere bimbi con giri di cordone attorno al collo almeno una volta su
3. E di sicuro il cordone non può soffocare il feto, semplicemente
perché il feto in utero non respira aria. Al più si ammette che quando
c’è poco liquido e il cordone è particolarmente esile e sottile, può
rimanere compresso impedendo il passaggio del sangue. Ma anche questo,
secondo me, è solo supposizione perché il sangue circola ad una certa
pressione e il cordone stesso ha una gelatina che lo rende turgido.
Appunto se c’è una patologia preesistente che mina il benessere
fetoplacentare e quindi anche la qualità del cordone, ecco che l’insieme
di questi fattori può avere un ruolo. In sostanza io cercherei le cause
più nel benessere della gestante, nella sua alimentazione, il
sovrappeso, l’eventuale fumo, il regolare o meno accrescimento del feto,
la quantità di liquido amniotico, la flussimetria. E anche quando tutto
dovesse essere in regola, non dimentichiamo le morti improvvise in culla
che, al di là dell’essere favorite dal fumo, non trovano spesso
spiegazione. E il feto in utero non è tanto diverso da un bimbo già
nato, anzi è addirittura più suscettibile. Per la paura causata dal suo
amico sono certo che possa assolverlo, pur considerandolo idiota lo
stesso. Lasci passare un po’ di tempo e cerchi di superare la brutta
esperienza, guardando con ottimismo alla prossima gravidanza. Cordiali
saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo