Cisti dei plessi e arteria ombelicale unica - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, sono una ragazza di 22 anni è sto per avere una bambina, è stata una gravidanza molto agitata perché alla piccola prima hanno trovato le cisti dei plessi e poi l’arteria ombelicale unica. Ho chiesto di fare l’amniocentesi, ma la dottoressa che mi ha fatto l’ecografia di secondo livello mi ha detto che tutti gli altri organi, compreso reni e cuore, sono perfetti e che la bimba è cresciuta tantissimo, quindi non sarebbe stato giustificato un risultato così invasivo. Finalmente le cisti sono scomparse totalmente… quindi ora che sono regredite sono da considerarsi ancora un marker oppure non essendoci più vale solo più l’arteria? Grazie mille! Ho bisogno a 4 settimane dal parto di un po’ di carica!! Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, le cisti dei plessi corioidei, così come l’arteria ombelicale unica, non sono patologiche per sé, e quindi è irrilevante che scompaiano o meno. Oltretutto all’inizio della gravidanza i plessi corioidei occupano quasi interamente gli emisferi cerebrali; successivamente tutto intorno si accrescono le strutture cerebrali e alla fine le dimensioni dei plessi sono irrisorie rispetto allo sviluppo dell’intero cranio e delle strutture in esso contenute. L’arteria ombelicale unica è un’anomalia vascolare, raramente in collegamento con anomalie cromosomiche, tranne quando fa parte di una sindrome con numerose alterazioni. Certo due marker sono un po’ peggio di uno solo, ma comunque a 22 anni lei parte da un rischio età molto basso e quindi un presunto aumento del rischio di cromosomopatia dovuto a due soft marker non riesce a collocarla in una categoria ad alto rischio. Ora cerchi di star serena e sia ottimista, perché c’è un ampio margine per esserlo. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo