Buon risultato del bi-test, ma 35 anni, cosa fare? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, io ho 35 anni e sono alla prima gravidanza, ho fatto subito il bi-test allo scopo di decidere in base al risultato se fare
amniocentesi o villocentesi d’urgenza, dando comunque per scontato che l’una o l’altra l’avrei comunque fatta anche perché l’amnio dai 35 è gratuita. Ora ho avuto il risultato: il b test ha dato per la sindrome di down 1.5500 e per l’altra trisomia 1.10000. Ora quindi, pur essendo molto felice, non so che fare e non riesco a decidere se fare comunque l’amnio o non fare niente. Lei cosa consiglierebbe? L’amnio mutuata in ospedale va ad indagare solo presenza di delle trisomie di cui il b test fa screening o anche spina bifida o altro?

Redazione

Redazione

risponde:

Nessuno può consigliarle se fare o meno manovre invasive.
Compito del medico è quello di informarla.
Le consiglio di leggere su gol o sui miei siti, le monografie a riguardo.
L’amniocentesi standard valuta le anomalie di numero e posizione dei cromosomi.
Mediante il dosaggio della alfa feto proteina può ipotizzare alterazioni del tubo neurale fra le quali la spina bifida. Tali alterazioni sono però di pertinenza ecografica, a patto che le ecografie vengano effettuate da medici esperti in ultrasuoni e con la corretta tempistica.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo