Anonimo

chiede:

Buonasera dottore,
le espongo velocemente il mio problema.
Sono gravida alla 31° settimana e già dalla morfologica è risultato
una aumentata resistenza all’arteria uterina sx.
Ogni mese ripeto l’ecodoppler (anche questa mattina) e ogni volta il
mio problema persiste, ancora non ho capito bene a cosa andiamo
incontro io e il mio piccolino, premetto che fino ad ora lui cresce
bene, non ha problemi e la mia pressione arteriosa è ottima.
Sarebbe così gentile da spiegarmi bene tutte le conseguenze? Secondo
la sua esperienza il parto come sarà? Ma soprattutto, può avvenire
anche in anticipo? Il tempo ultimo è previsto per la fine di settembre.
Nel ringraziarla in anticipo per la sua gentile collaborazione e
disponibilità, porgo cordiali saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, una sola arteria uterina alterata, con l’altra che funziona bene, non
comporta alcuna conseguenza. Probabilmente la placenta è prevalentemente
inserita sul lato della uterina “buona”. In genere quando entrambe le
arterie uterine sono alterate, con indice di resistenza superiore a 0,60
e notch protodiastolico bilaterale (quel piccolo rimbalzo dell’onda fra
sistole e diastole), si ammette che vi sia un rischio del 30% di
ipertensione arteriosa della gestante e difetto di accrescimento del
feto. Nel suo caso questo non c’è perché una delle uterine va bene.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo