Accrescimento fetale nei valori medio-inferiori della norma - GravidanzaOnLine

Accrescimento fetale nei valori medio-inferiori della norma

Anonimo

chiede:

Gentile dottore,
sono nel corso della 29a settimana di gravidanza, 29 più 5 (età gestionale
effettiva 29 più 2) e finora tutto era nella norma. Nella mia ultima
ecografia sono risultati i seguenti parametri che depongono per un
accrescimento fetale nei valori medio-inferiori della norma: CA 24,43cm, DBP
7,60cm (peso fetale ci circa 1300gr, quindi 30o percentile); femore 5,53cm e
omero 4,97cm (quindi 5o percentile). Sono dati preoccupanti?
Faccio presente che sono di costituzione esile, che finora ho preso sei
chili di peso e che nella precedente gravidanza ho preso in tutto otto
chili. Mia figlia è nata sanissima nel corso della 37a settimana a causa
della rottura delle membrane e pesava 2,650kg.
Distinti saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Simona, spesso in casi come il suo si tratta di costituzione esile fetale. Ad ogni modo vale sempre la pena in caso di crescita che rallenta, eseguire un accurata valutazione doppler fetale e materna (arterie uterine), una valutazione anatomica fetale di secondo livello, controlli ecografici ravvicinati per valutare la crescita settimanale. Questo per completezza.
Ne parli con serenità quindi con il suo medico.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo