Anonimo

chiede:

Gentile dottore, sono reduce da un
aborto molto precoce (credo si chiami gravidanza biochimica, così mi
hanno detto), ovvero il feto aveva solo 5 settimane. Poi sono iniziate
delle perdite ematiche intermittenti e sono andata di corsa a fare le
beta hcg che ovviamente sono risultate molto più basse delle
precedenti. Sono davvero a terra, sono tre giorni che piango. Aspettavo
da tanto tempo di restare incinta e ora questo l’epilogo… Vorrei
chiederle alcune cose se lei permette: innanzitutto quando mi
ritorneranno le mestruazioni? Ho ancora perdite piccole e sporadiche ma
non il vero e proprio ciclo. Seconda cosa: quando riavrò un’ovulazione
“normale” e regolare in modo da poter riprovare subito a rimanere di
nuovo incinta? Terza cosa: è stato solo uno sfortunato caso questo mio episodio
oppure sono un soggetto a rischio e potrò riavere una gravidanza
biochimica così? Premetto che ho 35 anni e sono stata operata 3 anni fa
di endometriosi, purtroppo. La ringrazio.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora, purtroppo, contrariamente a quanto pensa, dopo un
aborto occorre attendere almeno dodici o diciotto mesi. Questo per
evitare che la causa del primo aborto si manifesti ancora per la
seconda gravidanza. Le mestruazioni le torneranno presto, ma non si
preoccupi. L’ovulazione potrà eventualmente monitorarla anche mediante
ecografia. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo