A che problemi posso andare incontro con delle ovaie cosi piccole? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Sabato 13/05/2006 sono stata a visita medico ginecologica per problemi avuti di cistite, spotting intermestruali inodore di colore marrone chiaro, e per problemi di funghi. A visita effettuata il medico mi ha confermato che ci sono dei funghi presenti in vagina e che cmq facendo una cura con candelette MECLON e rispettivi lavaggi il problema dovrebbe risolversi. Premetto che utilizzo MINULET da molti anni circa da 4 ANNI preso continuamente, poi x problemi di prolattina alta lo dovuta sospendere per un anno dopo di che ho ripreso da un anno. A seguito ecografia pelvica risultano le ovaie più piccole della norma cioè di cm 1,91 la dx e cm 1.82 la SX. La mia domanda è la seguente: avendo 28 anni a che problemi posso andare incontro con delle ovaie cosi piccole? Non ho figli e non ho mai avuto aborti. In attesa di una sua risposta in merito, la ringrazio anticipatamente. Saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Le ovaie tendono ad essere un po’ piccole durante un trattamento con pillola, entro certi limiti, ovviamente. Dalle misure che riporta in effetti le ovaie sono piccole per una giovane donna di 28 anni, considerando che il diametro massimo normale di una ovaia in una donna fertile oscilla fra i 30 – 31 mm ed i 35 – 36 mm (poco più o poco meno). Ad ogni modo una misura accurata richiede in certi casi la eco TV che ha il vantaggio anche di esaminare nei dettagli la struttura ovarica. Dalla via sovrapubica infatti non è infrequente, in certe condizioni limite, sovrastimare o sottostimare anche di qualche mm le dimensioni ovariche in seguito ad alcuni fattori sui quali non mi soffermo. Non si può escludere che si tratti di una variante fisiologica – parafisiologica. Ad ogni modo per avere un quadro completo, anche nel desiderio di una prossima gravidanza, le consiglio di sospendere la pillola (ovviamente prendendo le opportune precauzioni per evitare gravidanze indesiderate) e di effettuare dopo il primo ciclo spontaneo, una ecografia transvaginale preferibilmente e dei dosaggi ormonali completi. Solo in questa maniera si potrà avere un quadro idoneo e si potranno esprimere dei giudizi circostanziati. Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo