Livia

chiede:

Ho 39 anni e ho già due figli di 18 e 16 anni. Non ho mai fatto l’amniocentesi e ora non so se sia il caso di farla oppure no: non ci sono problematiche genetiche in famiglia, e io non vorrei farla perché so che, essendo una pratica invasiva, potrebbe portare all’aborto e alla perdita del bambino. Vorrei un consiglio in merito.

Dott. Luca Zurzolo

Dott. Luca Zurzolo

risponde:

Gentile Livia, data l’età superiore ai 35 anni è consigliato effettuare l’amniocentesi. L’esame, seppur minimamente invasivo, ha un tasso di abortività medio di 1 su 1000 (pari a quello dell’aborto spontaneo). Se avrà premura di effettuare l’esame in un centro ad alta specializzazione (si definiscono tali i centri che effettuano più di 400 procedure l’anno) tale parametro tende addirittura a dimezzarsi. L’amniocentesi è attualmente l’unico test diagnostico validato dalle linee guida nazionali ed internazionali, a differenza dei test del dna fetale su sangue materno che non hanno la caratteristica di essere “diagnostici”. Pertanto il mio consiglio è di effettuare serenamente l’amniocentesi. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo