featured image

Cosa sono le spinte

Il bambino, incanalandosi nel canale del parto, ad un certo punto entra in contatto con il muscolo elevatore dell’ano. Lo stimolo percepito, trattandosi della stessa struttura, è esattamente come quando si innesca lo stimolo intestinale della defecazione.

=> Attraverso il canale del parto

È bene spingere solo quando in effetti la donna percepisce questo stimolo, e non prima di questo momento, perché esattamente a questo stimolo è associato il giusto grado di progressione della testa del bambino perché le spinte materne siano utili.

Anche quando lo stimolo è presente, comunque, è bene spingere piano ed espirando, perché questa modalità è associata a minore rischio di lacerazione dei tessuti del perineo e della vagina.

Non c’è niente di strano se la testa del bambino progredisce verso l’uscita e poi rientra parzialmente dopo la spinta, è un modo naturale per preservare i tessuti e non strappare la vagina, dando la possibilità  al corpo della madre di adattarsi piano piano al diametro della testa del bambino (esattamente come nel rapporto sessuale, iniziare ‘con calma’ è preferito da gran parte delle donne in gran parte delle situazioni).

In collaborazione con www.corsipreparto.com

condivisioni & piace a mamme