featured image

Portare in fascia i bambini: perché fa bene a mamma e figlio

Portare in fascia i bambini è un’abitudine antica e universale, che negli ultimi anni sta ritrovando sempre maggiore popolarità tra le mamme e i papà italiani. In inglese si dicebabywearing (letteralmente “indossare il bambino”), e consiste nel trasportare i bimbi sul proprio corpo, sostenendoli con fasce di tessuto appositamente studiate. Sul mercato sono disponibili diversi tipi di fasce portabebè, adatte a soddisfare le diverse esigenze delle famiglie, sia dal punto di vista funzionale che estetico ed economico.

Usare la fascia è una soluzione estremamente pratica, perché consente di tenere in braccio il piccolo avendo sempre le mani libere, e di andare dappertutto senza l’ingombro di carrozzina o passeggino. Ma non si tratta soltanto di comodità: portare in fascia i bambini permette di rispondere in modo semplice al loro naturale bisogno di contatto e vicinanza con la madre e con gli altri adulti di riferimento, rassicurandoli e calmandoli. Secondo diversi studi, i bimbi portati in fascia piangono di meno, si addormentano più facilmente e soffrono meno di coliche. Agevolando il contatto pelle a pelle, inoltre, il babywearing favorisce l’allattamento al seno e, secondo molti pediatri e psichiatri, potrebbe aiutare i piccoli a crescere più indipendenti e fiduciosi, rassicurati dalla presenza ravvicinata del genitore.

Dal punto di vista strettamente fisico, portare in fascia i neonati in modo corretto permette di tenerli in una posizione ergonomica, rispettando la naturale curvatura della loro schiena e mantenendo le gambe in un atteggiamento che aiuta a prevenire la displasia delle anche (la cosiddetta posizione “a emme”, con le ginocchia leggermente divaricate e più alte rispetto al sederino). E la mamma? Oltre a trarre indiscusso beneficio dalla maggiore serenità del bambino, una mamma che porta in fascia suo figlio può godere lei stessa del vantaggio psicologico assicurato dal contatto pelle a pelle con lui, senza contare che l’incentivo a uscire e passeggiare può aiutare a tornare in forma più in fretta dopo il parto.

Per portare in sicurezza il proprio bambino, godendo di tutti i benefici del babywearing, è importante scegliere il supporto adatto e imparare a usarlo nel modo corretto. Chi ha bisogno di aiuto può affidarsi alle cosiddette fascioteche di zona e alle consulenti di babywearing presenti su quasi tutto il territorio nazionale. In rete si stanno inoltre moltiplicando siti, gruppi e forum che offrono informazioni e consigli per imparare a portare in fascia i bambini in semplicità e sicurezza.

condivisioni & piace a mamme