Come preparare la scatola dei ricordi per il tuo bambino

Come preparare la scatola dei ricordi per il tuo bambino

I bambini, si sa, crescono alla velocità della luce. Conservare piccoli cimeli della loro infanzia aiuta in qualche modo a fermare il tempo, e permette di avere dei ricordi tangibili da mostrare a loro stessi una volta che saranno diventati grandi. Per preparare la scatola dei ricordi per il tuo bambino, la prima cosa da fare è scegliere un contenitore adatto, che sia abbastanza capiente ma leggero, e soprattutto durevole nel tempo.

Puoi dare libero sfogo alla tua fantasia, optando per una memory box già pronta, come quelle che si trovano ormai facilmente in commercio, oppure realizzarne una con le tue mani, decorando con la tecnica che preferisci una qualsiasi scatola di recupero. Per personalizzare la scatola dei ricordi, puoi ricamare, dipingere o scrivere il nome di tuo figlio sul coperchio, usando ad esempio delle lettere adesive in feltro o in legno. Se preferisci, puoi anche attaccare una foto del tuo bambino, che può essere la prima che gli hai scattato o quella che preferisci.

Ma una volta preparato il contenitore, cosa mettere nella scatola dei ricordi? Naturalmente non esiste alcuna regola precisa, puoi riempire la memory box di tuo figlio con tutti i cimeli che ti sembrano preziosi e importanti. Qualcuno sceglie di cominciare ad accumulare “souvenir” già a partire dal test di gravidanza, e poi dalle immagini delle ecografie. Di solito non può mancare il braccialetto dell’ospedale, così come la coccarda esposta per annunciare la nascita e prima tutina indossata dal tuo bambino. Molte mamme inseriscono nella scatola dei ricordi anche un paio di scarpine, un body, un ciuccio, una cuffietta e persino un pannolino della taglia più piccola (ovviamente pulito!). Altri ricordi che possono essere conservati nella scatola sono, se non sei troppo impressionabile, il moncone essiccato del cordone ombelicale, una ciocca di capelli del bambino o i suoi dentini da latte. Man mano che il piccolo cresce, naturalmente, si accumuleranno nuove memorie: dal primo giocattolo “del cuore” al primo quaderno, dal primo biglietto aereo al primo disegno.

Non c’è un limite al numero di oggetti che puoi custodire nella scatola dei ricordi di tuo figlio, se non quello dettato dallo spazio che hai a disposizione per conservarla. Potrai poi scegliere se tenerla per te o regalarla a tuo figlio e, in questo caso, decidere il momento che ti sembra ideale per la “consegna”. Potrebbe essere, ad esempio, il raggiungimento della maggiore età, oppure un altro compleanno speciale. Ogni occasione, comunque, sarà buona per perdersi tra i ricordi e ripensare all’infanzia del tuo bambino ormai cresciuto.