Un parto in casa, guidato telefonicamente dal personale del 118 e manualmente dal neopapà: è successo a Gropello Cairoli, in provincia di Pavia. La mamma, all’ottavo mese di gravidanza, ha lamentato improvvise forti contrazioni: giusto il tempo di capire cosa stesse succedendo e la testa del bimbo già forzava per uscire. Il papà ha capito che non ci sarebbe stato il tempo di correre in ospedale, e, nell’attesa dell’intervento dell’ambulanza, si è lasciato guidare dal personale sanitario del 118: con l’aiuto telefonico dell’operatore il piccolo Gabriele, tre chili circa, è venuto alla luce anche grazie al papà.

Una volta arrivata l’ambulanza mamma e bimbo sono stati quindi portati in ospedale, al Policlinico San Matteo. Entrambi, hanno fatto sapere i medici, stanno bene.

Categorie

  • Parto