Le donne con endometriosi non diagnosticata hanno problemi a concepire senza IVF

Uno studio condotto dall'Università del Queensland ha evidenziato come l'endometriosi non diagnosticata porti ad avere problemi nel concepire senza dei trattamenti di fecondazione in vitro. Il 40% delle donne a causa di questa condizione soffre di infertilità.

Secondo uno studio dell’Università del Queensland, le donne con endometriosi non diagnosticata hanno maggiore difficoltà nel concepire senza IVF, (fecondazione in vitro). La ricerca ha evidenziato come solo in Australia, il 40% delle donne a cui viene diagnosticata l’endometriosi soffre di infertilità.

Scopriamo di più sullo studio effettuato e sull’importanza di una diagnosi preventiva nelle donne che sono affette da questa condizione.

Endometriosi e gravidanza: cosa sapere sul concepimento (e falsi miti da sfatare)

Le donne con endometriosi non diagnosticata hanno problemi a concepire senza IVF, lo studio

La Dott.ssa Katrina Moss, ricercatrice della UQ School of Public Health, e autrice senior dello studio, ha dichiarato che le donne a cui non è stata diagnosticata l’endometriosi fino a prima dell’inizio del trattamento per la fertilità, sono state sottoposte a più cicli e in più hanno usato trattamenti non raccomandati. Per queste donne la probabilità di avere un bambino è risultata minore.

Il nostro studio, al contrario, ha rilevato che le donne a cui è stata diagnosticata l’endometriosi prima del trattamento per la fertilità hanno avuto gli stessi risultati di quelle senza tale condizione.

Lo studio svolto in Australia a livello nazionale ha visto la partecipazione di un campione di 1322 donne, di cui:

  • il 35% soffriva di endometriosi;
  • un 1/3 non era stata diagnosticata la patologia fino al momento dell’inizio del trattamento per la fertilità.
Elena Schiavon: "Combattere il silenzio e il dolore dell'endometriosi è possibile"

La diagnosi ritardata riduce il successo del trattamento per la fertilità

La Dott.ssa Moss, in merito ai dati ottenuti dal campione analizzato, ha affermato:

Le donne australiane possono aspettare tra i 4 e gli 11 anni prima di avere una diagnosi di endometriosi e questo ritardo riduce le possibilità che i trattamenti per la fertilità abbiano successo.

Inoltre, le donne a cui era stata diagnosticata in ritardo l’endometriosi avevano la probabilità di ripetere i cicli di fertilità 4 volte più, arrivando, in alcuni casi fino a 36 cicli di trattamento della fertilità.

In questi casi, si arrivava anche a 33% di probabilità in meno di arrivare ad una nascita. Il Prof. Hayden Homer, specialista in fertilità al centro UQ per la ricerca clinica, ha sottolineato che sia la diagnosi precoce dell’endometriosi sia l’accesso tempestivo alla fecondazione in vitro IVF creano condizioni di parità. Questo perché gli stessi risultati sono stati registrati per le donne che non avevano alcuna condizione pregressa di endometriosi.

È molto vantaggioso diagnosticare l’endometriosi prima di iniziare un trattamento per la fertilità e adattare il trattamento di conseguenza. In caso contrario, le donne hanno meno probabilità di avere un figlio e devono affrontare un onere finanziario e psicologico molto più elevato.

In ultimo, specie in presenza di forti dolori pelvici, è importante rimanere attenti sulla possibilità di soffrire di endometriosi tra le donne che stanno pensando al trattamento della fertilità.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Concepimento