Asilo nido e Covid-19: cosa si può portare e cosa no | GravidanzaOnLine

Asilo nido e Covid-19: cosa è consentito portare e cosa no, il vademecum

Asili nido e scuole per l'infanzia ai tempi del Covid-19. Un vademecum per i genitori che spiega cosa è consentito portare e cosa no. La lista da seguire e i consigli del Ministero della Salute

Dal 14 settembre in quasi tutta Italia è iniziato il nuovo anno scolastico. Se è vero che questo anno (particolare) ha messo a dura prova genitori e bambini (provati psicologicamente dal lungo lockdown), è altresì vero che in molti si sono trovati ad affrontare l’inizio di Asili nido e scuole per l’infanzia in un caos di regole senza fine. L’asilo ai tempi del Covid-19 fa anche questo.

Il risultato è stato un susseguirsi di “cosa portare e cosa no” all’interno degli asili. Domande lecite e risposte, a volte, poco lecite. Ecco perché vogliamo affrontare questo tema che sta a cuore a molti genitori e alle mamme in modo particolare visto che, ancora oggi, dall’inizio del nuovo anno scolastico, non è del tutto chiaro quali siano le “regole” da seguire.

Asilo nido e scuola dell’infanzia: come verranno gestiti i focolai SARS-CoV-2

Ecco un nostro vademecum con i punti salienti che spiega cosa è consentito portare e cosa, invece, sarebbe consigliato lasciare a casa.

L’Asilo nido e Coronavirus: le precauzioni universali

I vostri bambini sono, magari, abituati a portare all’asilo nido o alla scuola per l’infanzia il loro giocattolo o il peluches preferito? Ebbene, una triste notizia per loro: questo anno, a causa del Covid-19, orsacchiotti di peluche, così come ogni altro gioco, di qualunque dimensione e in qualsiasi tessuto esso sia composto, è da vietare.

Non è, infatti, consentito al genitore di portare oggetti che non siano strettamente necessari al sostentamento del proprio bambino. Specifichiamo, però, che non vi è una regola uguale per ogni nido o scuola dell’infanzia d’Italia.

Infatti, ogni scuola o nido ha, internamente, il proprio “vademecum” che ogni genitore è tenuto a rispettare rigorosamente per il benessere e la salvaguardia del proprio bimbo, in primis, per la salute di tutti gli altri alunni nonché il personale interno.

A tal proposito, come si evince sul sito del Ministero della Salute, scopriamo quali le precauzioni universali che le scuole e il personale scolastico sono tenute a rispettare non infrangendo alcuna regola a riguardo.

Iniziamo con il dire che, con il termine “precauzioni universali“, il Governo intende: 

Quelle misure igieniche routinarie (pulizia, manutenzione dei servizi igienici, disponibilità di lavabi opportunamente attrezzati, utilizzo di guanti, igiene personale, ecc.) da utilizzare sempre, anche indipendentemente dall’insorgenza di casi di malattia.

Il controllo di queste misure igieniche e comportamentali riguardano in primo luogo il lavaggio delle mani. Ormai siamo abituati da mesi a sentir parlare di come lavare le mani in modo corretto e cosa non fare ma, in casi come questi, quando si è a stretto contatto con bambini, a volte neonati, il controllo e l’igiene sono fondamentali per prevenire il contagio o diffonderlo.

Quindi, il lavaggio delle mani è la principale misura comportamentale di tipo preventivo che l’operatore (maestra ecc.) deve effettuare sempre:

  • prima e dopo la manipolazione o il consumo di alimenti,
  • dopo ogni utilizzo di servizi igienici,
  • prima o dopo aver effettuato il cambio dei pannolini,
  • dopo la manipolazione di oggetti sporchi o contaminati

Utilizzo e igiene di oggetti e indumenti: cosa è consentito portare

Come menzionato poc’anzi, l’utilizzo di alcuni oggetti non è consentito a scuola. Così come peluche e giocattoli di ogni genere, anche libri delle favole, colori e pennarelli non possono entrare negli edifici adibiti all’infanzia ma devono rimanere a casa.

In breve elenchiamo cosa, mamma o papà devono portare a scuola per il proprio bimbo/a:

  • se il bambino in questione frequenta un asilo nido, dunque fascia d’età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni, è obbligatorio, come gli altri anni, fornire i pannolini di ricambio, portati in pacco nuovo e non già aperto;
  • salviettine umidificate monouso per l’igiene del bimbo (quando richieste dalla struttura);
  • numero 3 cambi completi ognuno dei quali messo all’interno di un apposito sacchetto di plastica con chiusura a zip;
  • 1 paio di scarpe da lasciare a scuola (nuove);
  • 1 paio di ciabattine da usare solo al nido e non portare a casa (nuove);
  • il bimbo deve cambiare le scarpe prima di entrare al nido e il genitore è tenuto a riportare con sé le scarpe usate all’esterno;
  • 1 lenzuolo lavato e igienizzato, perfettamente sigillato in una busta di plastica, da lasciare al nido o alla scuola dell’infanzia per le ore di riposo;
  • 1 copertina o un plaid nuovo da lasciare direttamente in struttura.

Asilo nido, regole anti covid-19

Cosa è vietato portare all’Asilo nido e nelle scuole dell’infanzia

Se le regole per entrare in una struttura scolastica e in un nido sono ferree, il vademecum per i genitori da seguire su cosa è vietato portare, è altrettanto rigido. Nell’ambito del nido, dove il principale rischio è costituito dalle infezioni trasmesse per via aerea e per contatto diretto di cute e mucose, occorre prestare maggiormente attenzione a oggetti vari. Ed è per tale motivo che è assolutamente vietato:

  • portare peluches o qualsiasi altro giocattolo, sia esso anche igienizzato o nuovo;
  • è vietato portare libri di favole o quaderni per colorare;
  • è vietato tutto ciò che non rientra nelle “regole” viste precedentemente;
  • il bicchiere di plastica personalizzato è sconsigliato. Utilizzare il bicchiere o borraccia personale viene vietato per non dare la possibilità ai bambini di scambiarsi i rispettivi bicchieri e facilitare, così, eventualmente, scambio di germi e virus;
  • Non sarà consentito lasciare indumenti esterni quali cappotti, sciarpe, guanti o altro internamente la struttura. Il genitore dovrà, in tal caso, procurare al bimbo, un nuovo cappotto, giubbotto, sciarpa, cappello e un paio di guanti, da usare solo per l’asilo;
  • Non è consentito l’uso di zaini in tessuto o pelle ma solo sacche in plastificata (questa regola varia da istituto a istituto).

Ricordiamo che NON tutti gli asili nido e le scuole per l’infanzia d’Italia seguono le stesse regole. È sempre buona norma, per non sbagliare, chiedere al personale indicato cosa è consentito portare e cosa, invece, è da evitare, sperando che il prossimo anno ci saranno meno restrizioni e più sì.

Categorie

  • Bambino (1-3 anni)