Anticorpi Covid nel latte materno delle madri vaccinate, le prove in nuovo studio

Lo studio sviluppato dall'University of Rochester Medical Center ha scoperto che gli anticorpi Covid prodotti nel latte materno delle madri vaccinate durano fino a 3 mesi. Nessuna differenza, quindi, nel latte tra madri con immunità acquisita da malattia e madri vaccinate.

Un nuovo studio sviluppato in associazione con i ricercatori dell’Università di Rochester Medical Center e della New York University, ha messo in luce come gli anticorpi Covid nel latte materno possono essere prodotti da madri con due tipi diversi di immunità: coloro le quali hanno contratto l’infezione e si sono riprese e le mamme che sono state sottoposte a vaccinazione Covid.

Scopriamo di più sui risultati ottenuti dal team scientifico.

Vaccino Covid in gravidanza: i falsi miti che mettono a rischio la salute

Anticorpi Covid nel latte materno delle madri vaccinate, le prove in nuovo studio

La ricerca scientifica pubblicata su JAMA Pedriatics e finanziata dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) con il supporto in natura di Medela LLC, si intitola: “Confronto tra induzione, persistenza e capacità neutralizzante degli anticorpi del latte umano in risposta all’infezione da SARS-CoV-2 rispetto alla vaccinazione con mRNA“.

Il team di ricercatori, per determinare il livello di anticorpi nel latte materno nel tempo ha raccolto campioni da 77 madri, di cui:

  • 47 rientravano nel gruppo delle madri con immunità acquisita (ovvero che avevano contratto il Covid ma guarite);
  • 30 rientravano nel gruppo vaccinato.

Le madri appartenenti al primo gruppo (immunità acquisita dal Covid) producevano alti livelli di anticorpi dell’immunoglobulina A (IgA) contro il virus da Covid nel latte materno, mentre le madri del secondo gruppo, ovvero quelle con immunità da vaccinazione, producevano forti anticorpi dell’immunoglobulina G (IgG).

Si è scoperto che entrambi gli anticorpi hanno fornito l’eliminazione dell’infezione. Secondo la coautrice dello studio, la Dott.ssa Bridget Young, assistente prof.ssa presso la Divisione di allergia e immunologia pediatrica all’URMC:

Una cosa è misurare le concentrazioni di anticorpi, ma un’altra è dire che gli anticorpi sono funzionali e possono neutralizzare il virus SARS-CoV-2. Una delle scoperte entusiasmanti di questo lavoro è che il latte materno di entrambe le madri con infezione da Covid e dalle madri che hanno ricevuto la vaccinazione mRNA contenevano questi anticorpi attivi in ​​grado di neutralizzare il virus.

Vaccino Covid in gravidanza e allattamento: è fondamentale fare la seconda dose

I risultati dello studio: “Anticorpi attivi fino a 3 mesi dopo il Covid”

Questo studio rappresenta il periodo di tempo più lungo in cui gli anticorpi acquisiti dall’infezione da Covid sono stati esaminati dopo la fine della malattia e i risultati hanno mostrato che questi anticorpi esistono fino a 3 mesi dopo l’infezione.

Il coautore dello studio, la Dott.ssa Kirsi Jarvinen-Seppo, capo dell’allergia pediatrica e immunologia presso l’URMC, ha riferito:

La tendenza negli anticorpi del latte materno si allinea con ciò che vediamo nei sieri del vaccino Covid, dopo alcuni mesi, il gli anticorpi tendono verso il basso, ma i livelli sono ancora significativamente al di sopra di quelli che erano pre-vaccino.

Ovviamente, lo studio non implica che i bambini sarebbero protetti dalle malattie, e gli anticorpi del latte materno potrebbero non sostituire i vaccini Covid per bambini e neonati una volta approvati.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Rating: 4.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Categorie

  • Allattamento