I 9 mesi di attesa di un figlio sono un periodo indimenticabile, eppure durante la gestazione tanti sono i disturbi che possono comparire e infastidire la donna. La nausea è probabilmente una delle prime seccature con cui fare i conti. Il senso di gonfiore, la stitichezza e la gengivite in gravidanza sono allo stesso modo spiacevoli disguidi che possono interessare la gestante.

Scopriamo qualcosa in più su quest’ultimo, cos’è e come prendersene cura per evitare il prolungarsi del fastidio e un eventuale peggioramento.

Cos’è la gengivite?

La gengivite è l’infiammazione delle gengive che può manifestarsi in diversi gradi. Quando le gengive si infiammano, i tessuti rosa intorno alla corona dei denti diventano di colore rosso, si gonfiano, sanguinano sia durante lo spazzolamento che spontaneamente , nei casi più gravi. La sensibilità nelle zone interessate aumenta. Se non curata, la gengivite può comportare danni ai tessuti più profondi presenti intorno al dente, evolvendo in parodontite, che comporta una perdita di supporto per i denti stessi.

Per rimuovere la placca e i germi bisogna prendersi cura della propria igiene orale, quindi lavare spesso e, soprattutto, bene i denti. Ciò vale quando si cerca di provvedere a una gengivite lieve. Nei casi più acuti, è bene consultare il proprio dentista.

Ma perché le gengive si infiammano? Diversi sono i fattori che conducono a questa situazione di malessere e il primo è certamente legato all’igiene orale scarsa e insufficiente. Oltre a questo citiamo anche: fumo, masticazione di tabacco, diabete, uso di farmaci specifici, otturazioni rovinate, predisposizione genetica e gravidanza.

Gengivite in gravidanza: le cause

Dal secondo all’ottavo mese le gestanti possono incappare nella fastidiosa gengivite gravidica. Le gengive si gonfiano, bruciano, sono doloranti e sanguinano durante la classica fase di igiene orale. Le cause che conducono a questa condizione non sono obbligatoriamente quelle note ma più facilmente riconducibili all’alta presenza di progesterone. L’ormone ha un’azione che favorisce le infiammazioni e che, quindi, facilita anche la comparsa della gengivite.

Perché il progesterone è così importante (in gravidanza e non solo)

In genere, le interazioni ormonali abbassano le difese immunitarie e aumentano la vascolarizzazione delle gengive. Ecco perché le donne incinte sono spesso vittime di questa infiammazione orale. Tra il 60% e 75% sono le gravide che soffrono di gengivite, secondo gli studi epidemiologici, che evidenziano anche che i casi di malattia parodontale arrivino fino al 30%.

Gengivite in gravidanza: sintomi

Se una gengivite è lieve spesso non è nemmeno avvertita, quella in gravidanza è piuttosto evidente. L’infiammazione delle gengive durante la dolce attesa si presenta con sintomi ben chiari: edema, congestione e irritazione.

L’arrossamento della zona, che è peraltro estremamente irritata, si avverte al passaggio dello spazzolino o dell’uso del filo interdentale.

Gengivite in gravidanza: rimedi e cura

esperto-dentista

Per rimediare a questo fastidioso problema gengivale, bisogna ricorrere a qualche cura adatta anche alle donne in dolce attesa. Se la gengivite è lieve, basta una corretta igiene orale ma, per una maggiore cura e veloce soluzione, è consigliabile prenotare una pulizia dei denti in uno studio dentistico.

Per alleviare il dolore si possono tentare dei rimedi naturali e curare la gengivite gravidica. Il gel di aloe vera è un ottimo prodotto da utilizzare direttamente sulla zona dolente. A questo si aggiungono erbe come malva e altea e piante lenitive e antinfiammatorie, tra cui calendula, echinacea e astragalo.

Anche l’uso di oli naturali può favorire la guarigione; sono consigliati salvia, chiodi di garofano e menta. In ogni caso, però, è sempre bene consultare il proprio dentista, che saprà consigliare cosa fare.

Anonimo

chiede:

Gengivite in gravidanza: prevenzione

Se è vero che i rimedi possono combattere la gengivite in gravidanza, è ancor più vero che, per evitare la comparsa di uno dei più frequenti disturbi orali nelle gestanti, bisogna prevenire.

Tra le raccomandazioni del Ministero della Salute per le donne in età perinatale ricordiamo:

  • spazzolare accuratamente i denti almeno due volte al giorno;
  • limitare cibi e bevande ricchi di zuccheri;
  • programmare un controllo dentistico ed, eventualmente, una pulizia dei denti.

Articolo originale pubblicato il 27 marzo 2019

Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 4 voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Patologie in gravidanza