Settimana per settimana
Sei giunta alla

25ª settimana di gravidanza

La struttura ossea del bambino si sta rafforzando sempre più grazie al processo di ossificazione, il suo peso si attesta intorno agli 800 grammi. È il momento giusto per cominciare a pensare alla sistemazione del bebè una volta nato e alla disposizione della sua cameretta!

Passano le settimane e il bambino cresce così come aumenta la pancia della mamma. Con la venticinquesima settimana di gravidanza anche la fine del sesto mese (e quindi del secondo trimestre) è ormai prossima.

Questo significa che il momento del parto è sempre più vicino e che è il momento giusto per organizzarsi per accogliere il proprio bambino o la propria bambina.

Venticinquesima settimana di gravidanza: la mamma

L’effetto evidente della venticinquesima settimana di gravidanza è la pancia che aumenta vistosamente di dimensioni. Questo è dovuto, ovviamente, alla crescita del bambino e, di conseguenza, dell’utero. Esternamente in alcuni casi si potrà notare un curioso (e innocuo) fenomeno: l’ombelico che esce.

L’aumento del volume dell’utero è legato anche all’aumento di peso complessivo della donna che è bene sempre monitorare per evitare che sia eccessivo e possa determinare l’insorgere di diversi problemi. In questo periodo il cuore della donna pompa circa il 50% di sangue in più e aumenta anche il numero dei battiti.

Per alcune donne questo non provoca effetti evidenti, ma altre possono avere palpitazioni e altri effetti. Normalmente non bisogna spaventarsi, ma in caso di dubbi o fenomeni particolarmente anomali è sempre bene monitorare la situazione rivolgendosi al proprio ginecologo.

Questi fenomeni sono spesso possono portare a soffrire di emorroidi. Non è il segnale di qualche problema, anche se risulta essere un evento decisamente fastidioso con il quale convivere e per il quale si può fare poco. Si può cercare di alleviarne il fastidio assumendo molti liquidi e mangiando cibi ricchi di fibre (frutta e verdura su tutti).

venticinquesima settimana di gravidanza

Con la crescita del feto durante la venticinquesima settimana di gravidanza saranno sempre più facilmente percepibili i calci e i movimenti fetali. In questo periodo è possibile anche sentire il singhiozzo del bambino, come un sussulto della pancia.

Tra le conseguenze di tutta questa attività le future mamme registreranno un marcato senso di pesantezza, stanchezza e fiacca. Anche in questo caso non bisogna allarmarsi in quanto si tratta di eventi fisiologici. È importante controllarli e non sottovalutarli, imparandoci a convivere per evitare che possano rappresentare un problema.

Venticinquesima settimana di gravidanza: il bambino

Durante la venticinquesima settimana di gravidanza il bambino è lungo 34cm e pesa circa 660Kg. In questo periodo crescono i capelli e la lanugine, ovvero dei peli lunghi e fini che si formano sul volto, le spalle e sul dorso. Questa peluria fa parte del normale processo di sviluppo del feto e scompariranno entro la prima settimana di vita per lasciare posto alla normale peluria.

Lo sviluppo del feto in questa settimana prevede un ulteriore sviluppo dei polmoni finalizzato a consentire al bambino di respirare, una volta nato, autonomamente. Questo sarà possibile anche grazie al fatto che il naso e le narici stanno iniziando a funzionare e permettono al bambino di aspirare l’aria. In questo periodo respira ancora il liquido amniotico, ma il meccanismo di funzionamento è quello e il bambino impara a farlo. Lo sviluppo del naso e delle narici può portare anche a permettere al bambino di percepire i primi odori. Non è detto che questo avvenga già dalla venticinquesima settimana di gravidanza, ma anche questa capacità è in via di perfezionamento.

Continua anche il processo di ossificazione e quello di formazione del sistema cardiovascolare, tanto che si stanno formando i capillari e si stanno riempiendo di sangue. Un aspetto indubbiamente interessante e dolce di questo periodo è legato alla formazione della “memoria”. Il processo di crescita del cervello e delle connessioni che lo compongono, infatti, può portare già da questa settimana alla creazione di una vera e propria memoria fetale.

Venticinquesima settimana di gravidanza: gli esami da fare

Il calendario della gravidanza non prevede esami specifici nel corso della venticinquesima settimana. Saranno da ripetere gli esami di routine del sangue e delle urine e, se il ginecologo nota la presenza di fattori di rischio, l’esame della curva glicemica.

Le donne che hanno a che fare con i bambini piccoli dovrebbero prestare maggiore attenzione per non contrarre virus potenzialmente dannosi, come rosolia e morbillo. Gli studi medici non hanno riscontrato invece conseguenze per chi contrae la scarlattina in gravidanza.

Venticinquesima settimana di gravidanza: le cose da sapere

Ogni settimana che passa migliora la capacità di sopravvivenza del feto fuori dall’utero in caso di parto prematuro (che è considerato tale prima della trentasettesima settimana). Questo è il risultato di tutto quel processo di crescita, sviluppo e preparazione che abbiamo raccontato.

A partire dalla venticinquesima settimana di gravidanza (se non è già stato fatto precedentemente) è bene iniziare a praticare tecniche di respirazione e rilassamento che torneranno utili anche al momento del parto. Oltre a preoccuparsi delle cose da fare è utile anche concedersi qualche piacevole momento di relax. La gravidanza, infatti, è un periodo molto faticoso e stressante, non solo dal punto di vista fisico. Riuscire a inserire nella propria routine quotidiana diversi momenti di svago e riposo è sicuramente sano e positivo sia per la mamma che per il bambino.

In questo periodo può essere utile iniziare a preparare la cameretta del nascituro, come pure iniziare a discutere dei nomi, sia che si sia voluto conoscerne il sesso oppure no.

Ti è stato utile?
Rating: 4.3/5. Su un totale di 7 voti.
Attendere prego...