Emily Ratajkowski è mamma: la prima tenera foto con Sylvester Apollo Bear

Emily Ratajkowski è mamma: la prima tenera foto con Sylvester Apollo Bear
Foto di Cass Bird per Vogue America
Foto 1 di 13
Ingrandisci

Emily Ratajkowski è mamma! La prima foto con il piccolo Sylvester Apollo Bear fa impazzire i fan di Instagram. La supermodella ha da poco dato notizia di essere diventata madre del suo primo figlio avuto insieme al marito Sebastian Bear-McClard.

In una vecchia intervista rilasciata a Vogue America, quando Emily era in dolce attesa, la neomamma aveva rivelato di non voler sapere il sesso del bimbo. Oggi, questo mistero è svelato e un tenero fiocco azzurro è apparso a donare ancor più amore alla neo famiglia.

Emily Ratajkowski è mamma: la prima foto di Sylvester Apollo Bear

Poco dopo aver annunciato il suo nuovo status da futura mamma, la modella Emily Ratajkowski è stata fotografata per le strade di New York, con un pancione già pronunciato.

Da quegli scatti sono trascorsi dei mesi, mesi importanti che sono culminati con la nascita del primogenito di Emily e Sebastian. Il piccolo Sylvester, infatti è nato proprio nel giorno dedicato alla donna: l’8 marzo 2021!  La foto postata sul suo profilo Instagram ritrae la supermodella Emily nel momento più delicato della maternità, l’allattamento al seno. Nella didascalia che accompagna la foto, si legge:

Sposata dal 2018 con Sebastian Bear-McClard, Emily aveva deciso, di comune accordo con il neo papà, di non voler conoscere il sesso del figlio.

Lei stessa, durante l’intervista rilasciata a Vogue Americaaveva dichiarato che questa decisione era stata presa in merito ad una semplice verità:

Quando io e mio marito diciamo agli amici che sono incinta, la loro prima domanda dopo “Congratulazioni” è quasi sempre “Sai cosa vuoi?” Ci piace rispondere che non sapremo il sesso fino a quando nostro figlio non avrà 18 anni e che poi ce lo faranno sapere.

Tutti ridono di questo. La verità è che mi piace l’idea di imporre a mio figlio il minor numero possibile di stereotipi di genere.

Oggi, la neo famiglia Bear-McClard può, finalmente, dichiarare con estrema felicità che il nascituro è un maschio.

La gravidanza è stata solitaria

Emily non ha avuto problemi a dichiarare durante il periodo di gestazione di essersi sentita, malgrado la vicinanza con il marito, sola, o meglio aver percepito la gravidanza come qualcosa di solitario.

Aveva riferito lei stessa che, aldilà del pensiero dolce che il marito aveva nei suoi confronti in quei mesi e la gioia percepita, allo stesso tempo, è lei stessa, Emily, come tutte le donne che hanno attraversato una gravidanza, ad aver sopportato il “peso” del pancione, i crampi al basso ventre e tutto ciò che comporta la gravidanza. Il pensiero della Ratajkowski a riguardo era semplice ma molto diretto:

Sentivo come se il DNA di tutta la famiglia di mio marito fosse stato dentro di me ma che il mio DNA non sia stato dentro di lui. “Sembrava solo ingiusto”ma su questo abbiamo riso.

La gravidanza è per natura solitaria; è qualcosa che una donna fa da sola, dentro il suo corpo, non importa quali siano le sue circostanze. Nonostante abbia avuto accanto a me un partner amorevole e molte amiche pronte a condividere i dettagli grintosi delle loro gravidanze, alla fine ho affrontato la gravidanza e il parto sola con il mio corpo.

Essere mamme su Instagram: Emily Ratajkowski

Essere fotografata e postare video e immagini su Instagram ha un peso differente quando si è diventate mamme. Così aveva parlato durante l’intervista a Vogue America quando ancora aspettava l’arrivo di Sylvester.

Esprimendo il suo punto di vista sui social la sua attenzione, in quei momenti, era catturata dalle immagini e dai video di coppie felici di scoprire il sesso del proprio nascituro attraverso feste organizzate dai familiari, giochi simpatici e palloncini rosa o azzurri, a seconda della sorpresa.

Video che raffiguravano future mamme contente di scoprire se il loro pancione stesse nascondendo una femmina o un maschio. Emily, invece, ha atteso il giorno del parto per conoscere il sesso del proprio bambino, raccontando:

È stata la mattinata più surreale, splendida e piena d’amore della mia vita, è nato Sylvester.

Articolo originale pubblicato il 27 ottobre 2020

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Mamme VIP