Anonimo

chiede:

Salve! Mi chiamo Stella, ho quasi 31 anni ed ho bisogno di una
risposta
precisa ad una domanda alla quale mi viene sempre risposto in maniera
vaga. Cerco un figlio da 3 anni e non arriva per problemi vari. Sono
seguita
da un centro specializzato e tra pochi mesi proverò con la fivet. Nel
frattempo continuo a cercare una gravidanza naturale. Il mio problema è
il
seguente: soffro da anni di fortissime emicranie altamente invalidanti.
Per
fortuna negli ultimi mesi si limitano a 2/3 crisi al mese, per questo
il
neurologo che mi ha in cura preferisce calmare l’attacco piuttosto
che
prevenirlo con una cura più complessa. Mi ha prescritto zomig rapimelt.
Può
influire questo farmaco con la ricerca di un bimbo? Preso nel periodo
dell’ovulazione cosa comporta? Qualcuno mi ha detto che può bloccarla,
il mio
medico dice di non pensarci fino al test positivo…Io a volte per
paura di
azzerare anche le pochissime possibilità di concepire resto a letto 2
giorni
di fila con dolori atroci… Spero possiate rispondermi e chiarire
questo
mio dubbio, ve ne sarei grata. Anticipatamente vi ringrazio.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora Stella, lo Zolmitriptan, come tutti i farmaci di
questa categoria, agisce sui neurotramettitori, quindi non si può
escludere che agisca in senso negativo sui meccanismi centrali inducenti
l’ovulazione. Anche se tale effetto non è considerato tra quelli
collaterali del farmaco. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo