Anonimo

chiede:

Sono una donna di 40 anni alla prima icsi. Effettuato pick up il 30/09 prelevato un solo ovocita, effettuato transfer il 3/10 dell’unico embrione, pare ottimo. Il transfer è stato un po’ complicato, causa stenosi della cervice dell’utero e leggera curvatura. Dopo il quarto tentativo da sveglia, iniziavo anche a sanguinare, si è proceduto sotto sedazione. La terapia post transfer: 3 ovuli di progeffik 200 e 1/2 cps cardioaspirina 100mg. Lun 17/10 (dopo 14 giorni) dosaggio delle beta hcg a 176 la terapia da seguire: 4 ovuli progeffik 200- 1 cps cardioaspirina e 1 iniezione di prontogest 100. Vorrei sapere perché i farmaci sono aumentati dopo le prime 2 settimane? Quasi subito, già nei primi giorni ho avvertito dolorini e fastidio, simili a quelli pre e durante il ciclo. Nei giorni del ciclo ho avuto delle perdite marroncine, quasi impercettibili, rilevabili solo durante l’applicazione degli ovuli, poi più nulla a parte i dolorini che sono sempre presenti. Vorrei sapere se tutto ciò può essere normale. Il valore delle beta hcg è abbastanza buono per poter sperare in un buon esito? Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Buongiorno, il valore delle beta-hcg è ancora basso, ma sicuramente le avranno detto che dovrà proseguire la cura e ripeterlo in tempi successivi per valutare se la procedura di fecondazione ha avuto successo. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo