Valore alterato della plica nucale | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Ho 31 anni, l’ecografia effettuata in 25 settimana ha rilevato un
trigono di 8mm e il ginecologo mi ha detto di effettuare un ulteriore
controllo dopo 2 settimane per maggiore tranquillità. Devo precisare che la
translucenza nucale aveva rilevato uno spessore di 6 mm che mi ha portato ad
effettuare l’amniocentesi, alla 16, l’ecocardiografia alla 21 settimana e
ecografie morfologiche alla 19, 22 e 25 settimana. Volevo sapere se
nonostante l’esito normale dell’amniocentesi, quel valore alterato della
plica nucale deve portarmi a guardare con ansia e tenere sotto controllo le
misure del trigono. A tal proposito mi era stato detto che quello della
translucenza, fatti i successivi accertamenti, era da ritenersi un “capitolo
chiuso”. In alcune risposte ho visto che un valore sicuro del trigono e di 7
mm, quindi 8mm è un parametro sospetto? Inoltre si fa spesso riferimento,
per rassicurare circa le misure pur borderline del trigono, alla normalità
della translucenza nucale. Mi chiedo se vale solo per chi non si è
successivamente sottoposto ad amniocentesi.
Grazie

La translucenza nucale aumentata può riscontrarsi in caso di anomalie cromosomiche fetali (escludibili con l’amniocentesi), in caso di anomalie cardiache (valutabili con ecocardiografie accurate) e nelle sindromi a volte svelabili da ecografie dettagliate di tutto il feto.
Un certo numero di feti con TN aumentato risulta essere al momento della nascita, perfettamente normale.
Insieme alla TN avrebbe dovuto effettuare anche la valutazione del flusso nel dotto venoso, rilievo particolarmente importante per stabilire una prognosi.
Non posso nasconderlo… un valore di TN di 6 mm se reale e se non espressione di un falso positivo è davvero alto… Ad ogni modo la normalità della amniocentesi e delle varie eco fa ben sperare.
Volendo rimanere ancorati ai numeri, devo dirle che un trigono di 8 mm è normale (valori normali fino a 10 mm). Ciò che conta oltre alle pure misure, è l’aspetto che si ottiene dei trigoni in tempo reale e la valutazione attenta di tutte le strutture cerebrali. I valori borderline, quando unico segno, spesso costituiscono solo falsi allarmi. Nel Suo caso sicuramente tranquillizza la normalità della amniocentesi, anche se, come ho già sottolineato, la TN può risultare alterata anche nelle sindromi e cardiopatie che possono essere ragionevolmente quasi totalmente escluse da esami ecografici di terzo livello.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo