Tritest o translucenza? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentili Dottori,
ho appena eseguito un’ecografia con translucenza nucale (sett. 12+6) ed il
valore è risultato nella norma (0,9 – 1,2). Sono consapevole del valore
statistico e non diagnostico di tale esito. Desideravo un Vs. parere in
merito all’opportunità di eseguire alla 17° settimana anche il tritest; io
pensavo che l’eseguire i due esami potesse portare ad un risultato
maggiormente attendibile, ma l’ecografista sostiene che, essendo i due
accertamenti basati su diverse metodologie, l’uno potrebbe contraddire
l’altro, per cui mi ha sconsigliato l’effettuazione del tritest.
Dovendo scegliere fra i due, quale si dimostra maggiormente attendibile?
Per Vs. riferimento preciso che ho 29 anni (28 al concepimento), mio
marito
33 e non conosciamo casi di anomalie genetiche nelle nostre famiglie.
Vi ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione. Cordiali saluti.

Cara Stefania,
concordo con quanto sostenuto dal Suo ecografista.
Il tritest è gravato da un alto numero di falsi positivi e quindi si
utilizza sempre meno. Io personalmente non lo consiglio mai.
L’attendibilità già elevata della TN nucale può essere ulteriormente
aumentata eseguendo in contemporanea, il Bitest (integrazione di TN+CRL+free
beta hCG+PAPP-A), la valutazione dell’osso
nasale e la misurazione del flusso nel dotto venoso, come già sottolineato
più volte
in alcuni miei precedenti post.
Nel Suo caso l’esame della TN è perfettamente normale. Considerando anche la
Sua età, direi che il rischio per Down è veramente basso.
Un cordiale saluto e sia serena.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo