Sono portatrice sana di microcitemia… - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, ho 26 anni, sposata e alla 21° settimana della mia seconda
gravidanza. Sono portatrice sana di microcitemia (marito sano, prima
figlia, ora di 10 anni, anche). Ho avuto un aborto ritenuto nel novembre
2004 alla 9° settimana (esame istologico negativo). Ora, come le dicevo,
sono incinta e arrivata, con tanta preoccupazione, alla 21° settimana,
c/eco tutte nella norma. Prox settimana farò eco/morfologica. Il problema è
purtroppo “l’anemia” ke continua a scendere di mese in mese (da 9,1 l’emoglobina di qlk gg fa è risultata a 7,7)!! Da tener conto ke utilizzo da
prima della gravidanza, PREFOLIC 15 (2 compresse al dì a gg alterni) +
PREFOLIC 50 (1 fiala intramuscolo al dì a gg alterni), ma nessun risultato
buono purtroppo. Capirà pertanto la mia preoccupazione. La ginecologa, mi
ha dato altri 15 gg di tempo e la prescrizione di una cura alternativa di
PREFOLIC 50 (1 fiala intramuscolo al dì) + GINEFOLIN (2 capusule al dì),
dopo di ke, se la situazione nn dovesse migliorare, farà rikiesta x una
trasfusione. Mi perdoni se mi sono dilungata, ma ho cercato di spiegare la
situazione. Ora le kiedo alcune risposte: 1. Il continuo scendere
dell’emoglobina, può aver causato danni celebrali o di altro genere al mio
bambino? Se si, anke se minimi o rari, può dirmi a cosa il feto va
incontro con qs mancanza di ossigeno?; 2. Senza discutere sulla scelta
della mia ginecologa, (nn è qst ciò ke le kiedo), lei, ad paziente,
consiglierebbe altri esami o cure?; 3. Nell’ipotesi di una trasfusione, il
feto va incontro a problemi di qlk tipo?; Ho continui mal di testa (soffro
di attakki di emicrania) e la TACHIPITINA nn fa alcun effetto, il dolore mi
distrugge x gg, mi creda, c’è un medicinale alternativo ma poco aggressivo
x il feto? La ginecologa dice di nn stare in ansia per il bambino, ma da
madre credo sia legittimo, nn crede? Forse un parere in più, riuscirebbe a
tranquillizzarmi. Mi scusi ancora per il dilungarsi delle rikieste, ma le
sarei sinceramente grata se volesse rispondermi. Un saluto sincero…

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Antonella, i portatori sani di microcitemia utilizzano male il ferro (a causa della cosiddetta eritropoiesi inefficace), ma questo non significa affatto che in condizioni particolari, come appunto la gravidanza, non debbano necessitare di un introito supplementare di ferro. Lei non mi fornisce i valori della ferritina, della sideremia e della transferrinemia, ma credo proprio che necessiti di una integrazione di ferro, preferibilmente per via endovenosa ed anche urgente…
Sicuramente la Hb non deve scendere oltre. Ai livelli raggiunti non si preoccupi … il feto non soffrirà.
La trasfusione rappresenta l’ultima spiaggia e in ogni caso è fattibile in gravidanza.
I farmaci antidolorifici veramente controindicati alla 22 settimana sono pochi. Quindi in caso di necessità può assumere quasi ogni tipo di analgesico. Ovviamente la prescrizione la deve effettuare il suo medico. Per ulteriori informazioni a riguardo dei farmaci, può contattare il telefono rosso.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo