Sinfisi Bassa: è possibile che nessuno se ne sia accorto in nove mesi? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, sono una ragazza che ha partorito il 4 febbraio 2007 con un cesareo d’urgenza.
Vorrei delle spiegazioni riguardo il motivo per cui ho dovuto subire tale operazione e spero che voi potete darmela.
Sono arrivata all’ospedale con una dilatazione di 3 cm che dopo 40 minuti sono diventati 5 cm, a questo punto mi hanno portata in sala travaglio per fare l’epidurale e dopo un altra ora ero a quasi 7 cm. A questo punto mi si sono rotte le acque (ed è finito l’effetto dell’epidurale). Sentendo i discorsi della ginecologa con l’ostetrica la testa del bambino passava da -1 a -2 a -1… ad ogni contrazione, praticamente non scendeva la testa. A questo punto ero arrivata ad 8 cm e mi hanno detto che cmq la testa non sarebbe mai passata per via della sinfisi e mi hanno operato d’urgenza.
A questo punto è possibile che in nove mesi nessuno si sia accorto di questa anomalia? E cosa vuol dire che la sinfisi è bassa (tanto che pensavano che fosse il collo dell’utero e all’inizio non riuscivano a trovare la dilatazione?)? Potrò mai fare un parto vaginale? E poi, c’era proprio bisogno di farmi fare quasi tutto il travaglio? Oltretutto ora i punti dopo una settimana buttano sangue.
Il bambino alla nascita pesava 3450 ed era lungo 53 cm… lui sta bene.
La ringrazio per la risposta.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Eleonora, nel suo caso si tratta di un problema che un tempo i vecchi ostetrici indicavano come “bacino limite” e che costituiva anche un arduo argomento d’esame per i poveri studenti, che si trovavano di fronte a questa domanda. In effetti il bacino limite non si può definire con formule matematiche, ma è piuttosto un confronto tra le forze dell’utero, la dilatazione della bocca uterina, la conformazione del bacino ed il diametro della circonferenza fetale. Basta quindi che uno di questi fattori sia fuori norma per presentare il problema e di conseguenza la necessità del T.C. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo