Gravidanza con una tuba chiusa: possibile? - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

Dopo 1 anno di analisi e controlli per me e mio marito ho effettuato un‘isterosalpingografia per capire perché il 2° figlio non arriva e hanno riscontrato che ho la tuba sx chiusa (I parto ho fatto cesareo). A questo punto si è deciso di precedere con il Clomid ed effettuare monitoraggi a partire dal 9° giorno. Il mese di Maggio ho ovulato a sx il 14° giorno, pazienza! Il mese di giugno al 13 giorno non c’era ancora traccia di ovulazione, ho effettuato il dosaggio del progesterone al 21° ed è stato 90 quindi buono. E qui sono andata letteralmente nel pallone!

Le mie domande sono: possibile che si ovuli sempre dalla stessa tuba? Si può avere una gravidanza con una tuba chiusa? Può essere che il Clomid non faccia effetto? Si può aprire la tuba con un intervento chirurgico? Mi dicono rilassati, non ci pensare più e accadrà. È possibile che lo stress e la tensione ad impedire il concepimento? Avevamo pensato di effettuare la fecondazione assistita visto che abbiamo 40 anni e mi è stato detto che presso il Salesi di Ancona (Struttura pubblica) il costo si aggirerebbe sui 2 milioni a tentativo, possibile che un ticket sia così elevato? Mi sono letteralmente cadute le braccia, ci potrebbero volere più di 1 tentativo e allora ci toccherebbe chiedere un prestito. Possibile che in Italia fare figli con un aiuto sia così costoso? Grazie mille per l’aiuto e il sostegno che date.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, è casuale un’ovulazione sempre dalla stessa tuba. Bisogna perpetuare nei controlli finché non si riscontra un follicolo dominante a carico dell’ovaio dx. È possibile una gravidanza anche con ovulazione dal lato della tuba occlusa, anche se le percentuali di successo sono maggiormente ridotte e con aumento del rischio di gravidanze extrauterine. Vi può essere resistenza al Clomid e in questo caso si utilizzano altri farmaci quali le gonadotropine ricombinanti (r-FSH= Gonal F). Lo stress può essere causa di infertilità.

In ogni modo, anche considerando il fattore età, effettuerei altri 2 tentativi di  timolazione farmacologica dell’ovulazione e poi passerei alla fecondazione in vitro. In merito ai costi dei ticket elevati, non conosco la situazione marchigiana. Per i residenti in Umbria il costo di una fecondazione in vitro per paziente si aggira intorno a 300 euro, in quanto in questa regione vige l’esenzione ticket per la patologia della sterilità. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo