Sequestri polmonari extralobari - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Carissimo Dottore, mi chiamo Alessandra… sono alla ventottesima settimana di gravidanza dopo varie ecografie hanno diagnosticato al mio bambino dei “sequestri polmonari extralobari” sul fegato e adesso mi hanno consigliato di sottopormi ad una risonanza magnetica…! Inizio ad avere veramente paura per la sua salute… vorrei solo sapere se veramente fossero queste cose, a cosa va incontro???

Redazione

Redazione

risponde:

Il sequestro polmonare che può essere intra ed extralobare a sua volta diviso in intra o extra toracico, è una condizione nella quale un frammento di polmone in epoca embriogenetica, si distacca dal principale. Si tratta di tessuto non funzionante irrorato da vasi sistemici. In un certo numero di casi (circa il 30 per cento) regredisce in utero. Se questa evenienza non si verifica, si rimuove alla nascita con ottimi risultati. In genere non è associato ad anomalie cromosomiche, ma potrebbero essere presenti anomalie anatomiche, soprattutto ma non esclusivamente, a carico del tratto gastroenterico (es. ernie diaframmatiche, o fistole fra il seguestro e gli organi addominali). Una complicanza temibile è rappresentata dalla idrope fetale (liquido nel torace e nell’addome fetale), però fortunatamente si verifica solo in alcuni casi. Nel caso in cui il sequestro non regredisse in utero e fosse necessario il trattamento chirurgico, i risultati sono ottimi e senza conseguenze sulla vita futura del bambino.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo