Rottura dell'utero: è meglio un parto cesareo? - GravidanzaOnLine

“Dopo la rottura dell’utero è meglio avere un parto naturale o cesareo?”

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottoressa. Dodici anni fa ho avuto un parto non proprio bellissimo, anzi. A parte il trauma psicologico, ho avuto la rottura dell’utero e sono stata sottoposta al cesareo per sofferenza fetale. Ora sono nuovamente in attesa, precisamente al quarto mese e alcuni ginecologi dicono che dovrei fare un cesareo obbligatorio, altri propendono per il parto naturale. Lei cosa dice? La ringrazio per la risposta.

Cara signora, è un po’ presto per stabilire se può fare un VBAC (parto spontaneo dopo il cesareo) o dovrà sottoporsi ad un altro cesareo. Con il proseguire della gravidanza si valuterà lo spessore del segmento inferiore, il peso e la posizione del bambino. Sono certa che i colleghi sapranno scegliere con lei il parto più idoneo. Saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie