Ritardo, nessun sintomo e test negativo - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, Le scrivo per esporle il mio problema, per comodità di esposizione degli avvenimenti in ordine cronologico: 8/01/16 ho avuto l’ultimo ciclo mestruale durato regolarmente 5/6 giorni. Dalla fine del ciclo ho sempre avuto rapporti completi non protetti con mio marito visto il desiderio di bebè. Il 3/02/16 ho avuto la vista preconcezionale dal mio ginecologo, dalla quale è emersa la sindrome dell’ovaio micropolicistico e dalla visita ho scoperto appunto il motivo dei ritardi del mio ciclo. Fine febbraio il 29/02/16 ho deciso, per curiosità, visto che il ciclo non arrivava e nessun sintomo si presentava, di fare un test di gravidanza visti i rapporti non protetti, ma naturalmente risultato negativo; 8/03/2016 finalmente i primi sintomi del mio corpo si fanno vivi. Le perdite acquose filamentose e a chiara d’uovo mi fanno presagire che sono nella settimana fertile del mio ciclo (mi corregga se sbaglio) e quindi faccio bene i miei compitini, continuando ad avere rapporti completi. 14/03/2016 perdite terminate ad oggi l’ultimo sintomo che mi manda il corpo è di avere una minima sensazione di tensione al seno e delle fitte alle ovaie. Ora, visto che la data del mio ultimo ciclo risale all’8/01/2016 ed escludendo una gravidanza, visto il test negativo del 29/02, cosa devo fare questo mese di marzo? Questa attesa dell’arrivo delle mestruazioni mi sta stravolgendo. Attendo suo riscontro. Grazie mille in anticipo.

Redazione

Redazione

risponde:

Se il ginecologo ha fatto diagnosi di sindrome dell’ovaio policistico, dovrebbe anche aver disposto delle indagini e una terapia. Questo perchè la sindrome dell’ovaio policistico comporta anche disturbi dell’ovulazione e quindi della fertilità. Oppure può ignorare del tutto il problema e fare dei tentativi per alcuni mesi prima di adottare i giusti rimedi. Ma se ha amenorrea, cioè mestruazioni che non arrivano, onestamente farei qualcosa prima. Se è in sovrappeso deve anche assolutamente risolvere questo aspetto e fare attività fisica. Non si accanisca su ciascun ciclo o sui “segni” che le manda il suo corpo. Se proprio le mestruazioni non arrivano può ripetere il test di gravidanza. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo