Ritardo di crescita intrauterino - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore,
ho 38 anni e sono mamma di due bei bambini di 3 e 1 anno. Entrambi i bambini hanno avuto un ritardo di crescita intrauterino, più grave nel primo caso, e al momento del parto (con cesareo) la mia pressione era molto alta. Per il secondo parto ho subito due trasfusioni, forse perchè prendevo l’aspirinetta, comunque i valori erano molto alterati.
In questa situazione, mi è stata sconsigliata una nuova gravidanza.
Io so di essere stata davvero molto fortunata, di non essere più molto giovane e non voglio fare correre a me e ai miei bambini, presenti e futuri, rischi inutili, eppure il sogno di una famiglia più numerosa mi assilla. Lei cosa ne pensa?
Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Francesca, purtroppo non mi fornisce dati per un corretto giudizio.
La sua età a mio parere non costituisce problema.
Occorrerà fare una valutazione internistica completa comprensiva della valutazione genica dei fattori della coagulazione, per potere stilare un fattore di rischio nella eventualità di una nuova gravidanza…
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo