Gravidanza dopo i 40 anni: quali rischi comporta? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Una prima gravidanza a 43 anni quali rischi o complicazioni potrebbe comportare?

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Il discorso della prima gravidanza dopo i 40 anni si pone con sempre maggiore frequenza in seguito al vistoso cambiamento dell’organizzazione sociale cui stiamo assistendo nel nuovo secolo. Il problema è che alle variazioni sociali con corrispondono certo cambiamenti della nostra biologia, e quindi la risposta alla sua domanda non è esattamente simpaticissima.

In ordine sparso: 1) difficoltà a concepire, in quanto la sua attuale fertilità a 43 anni è circa il 5% di quella che aveva a 20; 2) circa il 40% delle gravidanze esita in aborto più o meno precoce; 3) un bambino su 50 (circa) ha anomalie di tipo cromosomico 4) è più facile avere una malattia cronica, come cardiopatie, ipertensione arteriosa, diabete, ecc. a 40 anni piuttosto che a 20.

Fermiamoci qui, anche se l’elenco è incompleto, ricordando comunque che nella mia storia professionale ho seguito con successo numerose gravidanze in donne della sua età. Al tempo stesso, sappia che, in caso di difficoltà ad avviare la gravidanza, un centro serio per la procreazione assistita nemmeno la prenderebbe in cura, perché le % di successo sarebbero troppo basse, se non ricorrendo all’ovodonazione. Auguri, e non perda altro tempo!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie