Anonimo

chiede:

Sono una ragazza di anni 20, alla 22^ settimana di gravidanza ed ho eseguito le prime analisi alla 20^ settimana che sono risultate nella norma. In seguito ad ecografia strutturale eseguita alla 22^ settimana, risulta ciò che le riporto, traendolo dal commento: “Mancata regressione delle resistenze utero-placentari per alterata invasione trofoblastica. Il riscontro dopo la 24^-25^ settimana di gestazione di resistenze uterine elevate, con valore medio superiore a 0.65 di RI, espone ad un rischio più elevato di gestosi con ritardo di crescita fetale intrauterino. La resistenza media dell’arteria uterina, esprime qualitativamente e quantitativamente la condizione del circolo utero-placentare e la modalità dell’impianto placentare”; – “Segni globali di sufficiente continenza”; “Analisi cliniche e pressione arteriosa nella norma”.
Vorrei un parere e un consiglio su tale situazione e sul da farsi. Spero di essere stata esaustiva, altrimenti posso fornirle altre indicazioni. Cordiali saluti.

Gentile signora,
La risposta è già inclusa nella mail che mi ha inviato….
Se le resistenze uterine rimarranno alte dopo la 24 settimana (esiste la possibilità che si normalizzino entro tale periodo), aumenta il rischio (rischio, non certezza…) di ritardo di crescita fetale, ipertensione gravidica ed eclampsia.
Nel caso in cui le resistenze permanessero alte anche dopo la 24 settimana, sarebbe opportuno eseguire controlli clinici materni relativamente ravvicinati (pressione arteriosa, proteinuria ed esame urine, indici coagulativi etc) e frequenti ecocolor doppler fetali per seguire da vicino la crescita e l’ossigenazione fetale. In tale ipotetica evenienza, il Suo ginecologo potrebbe anche consigliarLe qualche farmaco. Si tratterebbe in ogni caso di presidi cautelativi.
Aspetti con serenità il controllo della 24 – 25 settimana.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo