Rene policistico e ipertensione - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dott.re, sono una ragazza di 22 anni affetta da rena policistico autosomico dominante. La malattia l’ho ereditata da mio padre (ha 49 anni e non ha particolari problemi, a parte sottoporsi a controlli periodici) e mia nonna (deceduta 10 anni fa dopo 15 anni di dialisi). Io dalla nascita presento cisti ad entrambi i reni e soffro di ipertensione arteriosa per la quale prendo 10mg di enepren al giorno. La mia pressione grazie alla pillola verte sui 120/70, raramente è più alta. Il mio quesito è questo: in un futuro desidererei avere un bambino, quali sarebbero i rischi per me e per lui? Riuscirei a portare a termine una gravidanza? La ringrazio per l’attenzione.

Gentile lettrice, sulla possibilità di controllare efficacemente per via farmacologica l’ipertensione durante l’eventuale gravidanza dovrebbe chiedere informazioni ad un clinico, magari rigirando la sua domanda ad un ginecologo su GOL. Per quanto riguarda invece il rischio a priori di trasmettere l’ADPKD alla progenie, tale rischio è del 50% per ogni gravidanza, indipendentemente dal sesso del nascituro. Cordialmente,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Genetista