Quali rischi può comportare l'uso di eparina per il feto? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentili dottori, ho 41 anni e a 38 anni ho subito un aborto alla 8° settimana ed
attualmente sono alla 7° settimana di gravidanza.
Recentemente mi sono sottoposta ad alcune indagini genetiche ed è
risultato quanto segue:
GENE F5 “Fattore V di Leiden”
W.T. Presente
Mutazione G1691A PRESENTE
Commento Soggetto eterozigote F5 wt/G1691A
GENE F2 “Protrombina”
W.T. Presente
Mutazione G20210A Assente
Commento Soggetto omozigote normale (wt/wt)
GENE MTHFR “Omocisteina”
W.T. Presente
Mutazione C677T Assente
Commento Soggetto omozigote normale (wt/wt)
Vorrei sapere quali sono i rischi per associati a tale patologia, se
ritiene opportuno l’eventuale uso di eparina o di altri farmaci e a quale
specialista posso rivolgermi?
La domanda principale che avrei voluto porvi era la seguente: mi è stato
consigliato l’uso del CLEXANE 4000 per l’intera durata della gravidanza,
quali rischi può comportare l’uso di eparina per il feto?
Sono molto preoccupata, vi prego di rispondere al più presto.
Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Praticamente nessun significativo effetto dannoso, si tranquillizzi.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo