"È consigliato rimuovere un polipo durante la gravidanza?"

Ylenia

chiede:

Salve dottore. Sono alla nona settimana di gravidanza, che per ora sembra proseguire bene. Ho avuto, fin dal primo giorno del presunto arrivo delle mestruazioni, delle perdite marroni dovute – come si è saputo poi da una visita ginecologica interna – a un polipo. Mi è stato suggerito riposo e dopo una cura di 10 gg (+3 di ricovero) con tranex e progeffik, le perdite sono scomparse.

Ieri sera, complice un mal di testa assurdo, ho vomitato e questa mattina ho notato che le perdite sono ricominciate, molto scure anche con la presenza di grumetti neri. Mi avevano detto che essendo un polipo non posso farci niente. È così? Posso stare tranquilla per queste perdite? Ma il polipo non possono proprio togliermelo?

Mi avevano anche trovato un distacco che però alla dimissione del ricovero è stato definito “altra camera gestazionale poi non evoluta” dicendo che le perdite potrebbero esse dovute a quello. Ho bisogno di una risposta chiara per favore, non è possibile che oggi mi si dica A e domani mi si dica B. Grazie per le sue, spero confortanti, risposte.

Dott. Luca Zurzolo

Dott. Luca Zurzolo

risponde:

Gentile signora, all’attuale epoca di gravidanza sia il polipo che l’area di distacco possono essere causa del sanguinamento. Non è consigliato praticare una polipectomia in gravidanza poiché i rischi di emorragia e incontinenza cervicale superano i benefici. È pertanto opportuno effettuare la terapia e il riposo cosi come le è stato suggerito correttamente dai colleghi. Cordiali Saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie