Pap-test | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Egregio Dottore,
ho 34 anni e, visti tutti gli esami di laboratorio, godo di buona salute
generale. Nel mese di luglio mi sono sottoposta a visita ginecologica
e
pap
test. Dalla prima è risultato tutto “a posto” mentre il pap test ha
diagnosticato quanto segue: reperto infiammatorio con alterazioni cellulari
benigne. Metaplasia. Snomed: go-1 t/83200 m-41000 m-09000 m-73000.
Mi devo preoccupare? Ma soprattutto la mia domanda è questa: da un paio
di
mesi io e mio marito stiamo cercando un figlio. Per il momento con esito
negativo, per cui vorrei domandarle se la diagnosi del pap-test c’entra in
un
qual modo con le nostre difficoltà e se ci conviene rimandare il
concepimento. Grazie fin d’ora per la risposta che vorrà darmi. Essendo
molto ansiosa, resto in attesa di leggerLa. Grazie ancora

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora Marina, nulla di preoccupante nel Pap-Test, basterà una
terapia locale, consigliata dal suo ginecologo. La gravidanza può essere
tranquillamente cercata. Auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo