"Questa operazione può avere rischi per la gravidanza?" - GravidanzaOnLine

“Questa operazione può avere rischi per la gravidanza?”

Caterinadichieti

chiede:

Buonasera,
vi racconto le mie perplessità e preoccupazioni. Sono una ragazza di 30 anni, ho scoperto di essere incinta. Sono alla 5^ settimana. Mi hanno riscontrato purtroppo nuovamente una cisti dermoide/teratoma maturo (recidiva di quella asportata 8.5 cm mediante laparoscopia a giugno 2018 con ovaio in torsione). Sia la cisti dermoide asportata che quella attuale aveva ed ha una crescita velocissima (1 cm al mese). La mia ginecologa dice di occuparsi di una cosa alla volta, e aspettare di vedere quale sarà l’evoluzione della gravidanza e quindi per il momento non risponde alle mie domande. Io non ho paura di affrontare una laparoscopia in gravidanza, dopo le 12 settimane ovviamente, però sarei interessata a sapere un po’ di informazioni a riguardo. Se è un operazione rara o piuttosto comune, se ci sono molti rischi di malformazione del feto o aborto, se per me è molto più rischioso rispetto ad una laparoscopia non in gravidanza. L’unica cosa che mi è stata detta è che se mi sarà effettuata una laparoscopia in gravidanza mi asporteranno tutto l’ovaio e che essendoci stata una torsione nella precedente al momento sono più a rischio per questa cosa. Io più che passare 9 mesi con l’angoscia che possa succedere il peggio ed arrivare ad avere una cisti di 12 cm (ora è quasi di 3) con tutte le conseguenze del caso mi farei operare appena possibile. Voi che ne pensate? Ps. A causa di malattia di Von Willebrand tipo 1 necessito di trasfusione fanhdi in fase pre e post operatoria.
Ringrazio anticipatamente.

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Gentile Signora,
è certamente possibile e ritenuto sicuro operare in laparoscopia durante la gravidanza.
Gli interventi chirurgici durante la gestazione devono comunque essere riservati a casi di assoluta necessità, e mai come provvedimenti precauzionali, come sarebbe invece nel suo caso, oltretutto a maggior rischio di complicazioni chirurgiche in seguito alla situazione anomala della coagulazione del sangue. Quindi non penserei proprio ad un intervento in questa fase asintomatica. Qualora tra 7 mesi venisse pianificato un taglio cesareo per altri motivi, se la cisti fosse accresciuta al punto da richiedere l’asportazione dell’ovaio, potrà essere valutata l’opportunità di eseguire tale intervento durante il taglio cesareo stesso. Infine, con tanti auguri, la informo che la probabilità di torsione ovarica in gravidanza è estremamente bassa.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo