Morte fetale endouterina - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, a settembre, alla 27ma settimana di gestazione mi
è
stato indotto il parto perché da un controllo ecografico hanno riscontrato
morte fetale endouterina. Ho 33 anni ed ero alla mia prima gravidanza, avevo
fatto l’amniocentesi (per mia scelta) e la morfologica e tutto era nella
norma. Sono un soggetto sano, a parte acidità di stomaco ed ernia iatale e
ipotensione durante la gravidanza. Inoltre sono state escluse coagulopatie
e
malattie autoimmuni. Gli unici farmaci che ho assunto sono un antiacido tipo
malox e un largo uso di citrosodina. La trombosi può essere solo una
casualità o è stata provocata per forza da qualcosa? Ci sono pericoli per
la
prossima gravidanza? Grazie.

Gentile signora, lei da un certo punto parla di trombosi, senza
però relazionarla con le note precedenti sulla morte endouterina del feto.
Quindi proprio non saprei cosa risponderle, in quanto se la trombosi riguardava
lei, potrebbe sicuramente avere un grande peso per le future gravidanze, ma,
se fosse stato un fenomeno a carico del feto, potrebbe stare relativamente
tranquilla. Auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo