Livello di pressione arteriosa uterina elevato | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno,
circa 1 settimana fa, ho effettuato una ecografia morfologica alla 21^
settimana. Dall’esame è emerso che il bimbo cresce normalmente, è tutto in
regola, ma a me è stata riscontrato un livello di pressione arteriosa
uterina elevato. Premetto che fino ad oggi, e tutt’ora dopo una settimana,
non sono mai stati riscontrati elevati valori di pressione, che nel mio
caso sono normalmente bassi; ora vorrei sapere quali rischi si corrono e
se
ci sono problemi per il nostro bimbo. Inoltre se questo può dipendere da
fattori emotivi (ero molto agitata quel giorno) o da una infiammazione
alla
vie urinarie che ho avuto 10 giorni prima.

Gentile Claudia,
se gli indici di resistenza di entrambe le arterie uterine sono elevati ed è
presente il notch, cioè una specie di incisura nell’integrale di flusso,
segno di un rimbalzo della corrente ematica, vi è il 30% di possibilità che
si sviluppi un difetto di accrescimento fetale nei prossimi mesi e/o
un’ipertensione arteriosa della gravida. Le cause sono dovute ad un problema
placentare e ad un difettoso rapporto fra la placenta e le arterie
dell’utero ed è inutile cercare altre spiegazioni. Allo stesso tempo le dico
che talvolta tale situazione si normalizza nel mese successivo, ed è
sufficiente che almeno una delle due arterie uterine migliori. In caso
contrario occorre un attento monitoraggio della gravidanza. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo