La spirale non è sicura tanto quanto la pillola? - GravidanzaOnLine

La spirale non è sicura tanto quanto la pillola?

Anonimo

chiede:

Gentilissimo dottore,
ho 35 anni e sono madre di due bambini, uno di 3 anni ed una di quasi 3 mesi, tutti e due sani e belli! Mio marito ed io abbiamo cercato entrambe
le gravidanze e devo dire che, grazie a Dio, non abbiamo dovuto faticare
molto, anzi… il decidere di avere un figlio ed il concepirlo è stato quasi un tutt’uno. Fino al 1996 ho assunto la pillola anticoncezionale, poi ho interrotto perché avremmo voluto avere un figlio a breve; abbiamo dovuto rimandare il lieto evento di tre anni perché mi venne diagnosticato ipertiroidismo da morbo di Basedow risolto in seguito con tiroidectomia totale e conseguente assunzione di Eutirox. Dal 1996 abbiamo sempre utilizzato il profilattico nonostante non sia sicuro al 100%, in fondo volevamo due figli. Oggi la situazione è cambiata, tre figli sarebbero troppi! Il mio ginecologo mi ha consigliato la spirale (non prima però di sei mesi, in quanto la mia
ultima figlia è nata con TC) accennando al fatto che forse è meglio non prendere altre pillole oltre ad Eutirox. Dico accennato perché il nostro è stato
solo un discorso di massima che dovrà essere ripreso, nel frattempo però chiedo cortesemente il Suo parere a proposito. Ho letto da qualche parte che la spirale non è sicura tanto quanto la pillola, da cosa dipende la
percentuale di errore? Io non ho mai avuto problemi con la pillola, pensa che ne
potrei avere adesso dovuti all’età ed al fatto che assumo Eutirox? Sottolineo
anche che non sono una fumatrice e che il mio stile di vita è abbastanza equilibrato. La ringrazio tantissimo per l’attenzione, attendo una
risposta, cordiali saluti.

Gentile signora Alessia,
la minor sicurezza della spirale rispetto alla pillola risiede nel
meccanismo d’azione: mentre i contraccettivi ormonali “eliminano” uno dei
protagonisti del concepimento (bloccando l’ovulazione), i dispositivi
intrauterini agiscono alterando in senso infiammatorio la cavità uterina e
rendendola meno ospitale per l’annidamento di un eventuale ovulo fecondato;
non eliminano, quindi, l’ovulo ma, in aggiunta, la “infiammazione”
dell’utero può essere insufficiente per l’effetto da raggiungere, lasciando
zone di endometrio disponibili per la possibile gravidanza in formazione.
Comunque, anche se ha 35 anni e sta assumendo Eutirox, tutto ciò non
controindica l’assunzione di anticoncezionali estroprogestinici, qualora
somministrati sotto adeguato controllo medico. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo