Anonimo

chiede:

Siamo una coppia che da circa tre anni sta tentando di avere un bimbo.
Abbiamo svolto una serie di indagini tra cui: operato di varicocele sx nel 95 (nessuna recidiva al
momento), spermiogrammi ripetuti (a volte presenza di lieve oligospermia),
al momento il sottoscritto è sotto terapia con bioarginina, spermiocoltura
(negativo), ricerca Clamidia (negativa), visita andrologica (negativa).
– Isterosalpingografia (nella norma), dosaggi ormonali (lievissimo aumento
della prolattina trattata con Dostinex 1/4 cp 2volte alla Settimana), visite
ginecologiche + ecografie ripetute (nella norma), presenza di un
piccolissimo nodulo tiroideo trattato con eutirox 75mg 1cp al die da circa
1
anno, tampone vaginale (negativo).
Abbiamo eseguito ben tre volte inseminazione intrauterina senza aver
ottenuto nessun risultato, nonostante tutte le condizione a parere del
ginecologo fossero favorevoli (numero, motilità degli spermatozoi nella
norma).
Desidereremmo avere dei consigli al riguardo, in quanto non riusciamo a
capire per quale motivo tale tecnica è risultata inefficace.
Quanti tentativi ancora sono necessari? È vero che più tentativi fai più la percentuale di riuscita è alta?
Se la risposta è si, perché?
Certi di una vostra risposta invio distinti saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Egregio signor Francesco, si tratta di una semplice regola statistica, come
alla roulette: più puntate si fanno su un numero e più aumentano le probabilità
di riuscita, finché naturalmente uno abbia soldi da puntare. Quindi, fuor
di metafora, consiglierei ad un certo punto di cambiare strada e puntare
su una fivet o una icsi. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo