Inseminazione intrauterina | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottori. Mi chiamo Lucia da Roma ho 28 anni e mio marito
35, è da circa due anni e mezzo che cerchiamo una gravidanza, ho fatto
varie analisi,quelle ormonali con esito positivo, calcolando che ho un
ciclo regolarissimo di 27 28 giorni al massimo con un flusso
abbondante, ho fatto la isterosalpingografia e le tube sono aperte
l’unica cosa negativa è stato il post coital test il quale è risultato
uno scarso numero di spermatozoi ma ci hanno detto che non è molto
affidabile,le premetto che tutto questo lo abbiamo fatto durante questi
due anni e mezzo tra cui due spermiogrammi con attività fecondante
presente, il primo 40 milioni di spermatozoi ed il secondo a distanza di
un anno con 30 milioni di spermatozoi. Ma a questo punto abbiamo deciso
di farci seguire nel centro sterilità a Roma ospedale Sandro Pertini, a
settembre il primo appuntamento quindi gli ho portato tutto quello che
già avevo e ci hanno consigliato 3 cicli di inseminazione intrauterina,
ma prima ci hanno fatto ripetere lo spermiogramma ed è risultato così:
giorni di astinenza 4 raccolta ore 08.30 lettura ore 09.50
agglutinazioni assenti volume 6,5 concentrazione di spermatozoi totale
162,5 x 10^6 concentrazione di spermatozoi per ml 25 x10^6
forme mobili per ml 5×10^6 motilità 20%
grado 4: 00% rapidamente progressivo
grado 3: 10% progressivo
grado 2: 40% lentamente progressivo
grado 1: 30% discinetico
grado 0: 20% in situ
morfologia tipiche 60%
atipiche 40%
leucociti alcuni.
Commento: spermatozoi con movimenti lenti e discinetici.
Però loro ci hanno detto che possiamo comunque concepire spontaneamente
ma visto che sono passati più di 2 anni ci hanno consigliato 3
inseminazioni intrauterine con punture nella pancia da fare io, però mi
hanno fatto fare il tampone vaginale ed avevo la candida ed un’altra
infezione quindi ho fatto la cura 1 ovulo e antibiotici io e mio
marito,ho ripetuto il tampone e la candida è andata via ma è rimasta
l’infezione che si chiama: ureaplasma urealyticum, quindi un’altro
antibiotico che si chiama iosalide 500 mg io e mio marito x 6 giorni,ora
il 12/11/07 devo ripetere il tampone sperando che sia guarita per poi
così iniziare l’inseminazione, io volevo chiederle secondo lei la causa
di questa gravidanza che non arriva potrebbe essere anche queste
infezioni oltre agli spermatozoi un po’ lenti? E pensa che con
l’intrauterina ce la possiamo fare? O secondo lei dovrò ricorrere
all’inseminazione in vitro? I medici mi hanno detto di fare 3 cicli di intrauterina e se dovesse andar male cambiamo strada. La ringrazio anticipatamente attendo con ansia una sua risposta. Cordiali saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, ho letto con attenzione la sua mail, le infezioni vaginali possono ridurre la percentuale di fecondazione sia spontaneamente che con tecniche di fecondazione assistita. È pertanto opportuno trattarle adeguatamente prima di intraprendere una tecnica di fecondazione. Quanto al consiglio sull’inseminazione intrauterina dato l’esito dell’ultimo spermiogramma ritengo anche io che sia la tecnica più indicata nel vostro caso.
Cordiali saluti e in bocca al lupo!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo