Anonimo

chiede:

Carissimo dottore, sono una ragazza di 18 anni con un problema che mi sta assillando da un po’. Vorrei descriverle un attimo la mia situazione, sono affetta dalla sindrome dell’ovaio policistico, ma fino ad ora il ciclo è sempre stato regolarissimo, inoltre, sono ancora vergine e non ho mai avuto rapporti sessuali. Mi è capitato qualche giorno prima che mi arrivasse il ciclo, di masturbarmi sul letto dove prima aveva dormito mio zio senza toccare con le mani le parti intime, ma solo attraverso gli indumenti, in questo caso il pantalone. Arrivato il giorno previsto per il ciclo, le mestruazioni non mi sono arrivate, così in preda all’ansia ho aspettato fino a che dopo cinque giorni mi sono arrivate ma con un ciclo un po’ più breve rispetto al solito. Dieci giorni dopo la fine del ciclo ho avvertito delle perdite bianche dalle parti intime e mi sentivo come sempre bagnata, poi ho avvertito anche delle fitte al basso ventre come se mi stessero per tornare le mestruazioni ed ogni tanto al seno. In più, non so se sia a causa del freddo o dello stress o a qualcos’altro ma ho incominciato ad andare in bagno più spesso. Potrebbe darmi qualche consiglio in merito? Potrei essere incinta? La prego di rispondermi al più presto perché questa situazione mi sta davvero facendo diventare matta.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signorina,
premesso che una gravidanza, in base al suo racconto, non è ipotizzabile, la tendenza ad irregolarità mestruali con cicli anovulatori e produzione di soli estrogeni (e relativa sintomatologia dolorosa pelvica e mammaria, nonché secrezioni vaginali più abbondanti, è giustificata dalla diagnosi di policistosi ovarica. I problemi intestinali vanno invece valutati e gestiti a parte. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo