Ho avuto due gravidanze extrauterine… | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono una ragazza di 30 anni, mi chiamo Grazia e avevo già provato a scrivervi quando ho scambiato il mio 2° ritardo mestruale della mia vita per una possibile gravidanza (il 1° l’ho avuto quando mi stavo sposando).
Vi ricordo la mia situazione; ossia ho avuto due gravidanze extra-uterine (una ad agosto’03 e l’altra a dicembre ’03), nella seconda ho subito l’asportazione della tuba destra (quella che era sempre in ovulazione ossia che lavorava di più!) avrei delle domande da porvi per tranquillizzarmi perché sinceramente non riesco a trovare risposte da nessuna fonte….
La prima era se è possibile che dopo una gravidanza extra-uterina, i ginecologi di un’intera èquipe possa dire che…”è solo stata sfortuna, che è raro che capiti una seconda volta, che non c’è bisogno di fare l’isterosalpingografia… che bastano 2 o 3 cicli per riprovare una nuova gravidanza…”
Comunque anche dopo la 2° gravidanza, io vorrei fare l’istero, ma il mio ginecologo dice che è inutile perché … “non è affidabile, può dare un falsa pervietà…”. Quindi io vorrei sapere se l’istero nel mio caso si possa o si deve fare?
Se la tuba sinistra ha bisogno di essere stimolata e come dovrei fare se fosse necessario?
Perché ormai è da giugno ’04 che ci stiamo riprovando e inizio ad essere un po’ pessimista! Visto che già alla prima gravidanza, solo dopo 2 mesi di prova ero rimasta incinta…
In attesa di risposta, Vi ringrazio per la gentilezza e la sensibilità con cui ho visto che rispondete a tutte le mamme e aspiranti tali!!!
Saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora Grazia,
premesso che in condizioni di base non bisogna preoccuparsi del mancato concepimento prima di un anno abbondante di tentativi, l’aver già avuto una gravidanza extrauterina costituisce fattore di rischio per le prossime gestazioni; la tuba residua può essere valutata (più che con una isterosalpingografia) meglio con una laparoscopia e cromocelioscopia, che permettono di studiare meglio sia la pervietà tubarica che la pelvi in toto. Qualora emergessero imperfezioni tali da sconsigliare un successivo concepimento spontaneo, le consiglierei di approcciare, presso un Centro con adeguata esperienza nel settore, le tecniche di procreazione medicalmente assistita che possono bypassare la funzione tubarica. Cordiali saluti ed auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo