Gardnerella vaginalis in gravidanza: cosa fare? - GravidanzaOnLine

“Sono incinta e ho la gardnerella vaginalis: cosa posso fare?

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, sono alla 12esima settimana e ho ricevuto risposta dal tampone, fatto dopo fastidi che andavano e venivano. Risulta “microbiota residente, assente gardnerella vaginalis”. La ginecologa, visti i risultati, mi ha prescritto il Cleocin, 1 ovulo per tre giorni. Sul bugiardino lo sconsigliano nel primo trimestre. Meglio aspettare la fine del trimestre? Cos’altro posso assumere? Prima della gravidanza, per fastidi diversi, assumevo Candinorum ovuli, con cui mi sono sempre trovata bene, possono essere utili anche in questo caso? Questo batterio è nocivo per il bimbo? Ringrazio in anticipo.

Dott. Luca Zurzolo

Dott. Luca Zurzolo

risponde:

Gentile signora, la gardnerella è un patogeno di frequente riscontro nell’ambiente vaginale. Non ha effetti nocivi diretti sul feto ma come tutte le infezioni vaginali può in rari casi creare un danno al sacco amniotico: è pertanto opportuno eradicarlo appena se ne ha notizia. La terapia suggerita dalla collega con il Cleocin è corretta e non c’è problema nell’effettuarla anche nel primo trimestre di gravidanza, stia serena. Pratichi poi un tampone di controllo successivamente alla conclusione della terapia. Non è necessario utilizzare altri prodotti oltre gli ovuli prescritti dalla collega. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie