"Dopo una frattura al coccige è meglio il parto cesareo?"

Angy

chiede:

Buonasera, sono alla 32esima settimana di gravidanza. Quasi due anni fa per un piccolo incidente mi sono fratturata la prima vertebra del coccige. Da allora, quando sto troppo seduta ho dolore e adesso in gravidanza ancora di più. La mia domanda è: potrò affrontare un parto naturale? Ci sono rischi che il bambino abbia difficoltà ad uscire e che ci sia una nuova frattura? Sarebbe meglio fare un cesareo? Grazie mille, buona serata.

Dott. Luca Zurzolo

Dott. Luca Zurzolo

risponde:

Gentile Signora, la corretta mobilizzazione della parte terminale del coccige è un fattore coinvolto nella fase espulsiva del feto durante il parto spontaneo. Una ossificazione anomala legata ad una precedente frattura potrebbe creare una nuova frattura durante il parto.

Sarebbe stato opportuno effettuare una radiografia per valutare l’entità del danno ma, ovviamente, questo non è possibile in corso di gravidanza: in ogni caso non c’è indicazione al cesareo in questo caso e il feto comunque non corre alcun rischio.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie