Dubbi sulle varie incompatibilità materno fetali in gravidanza - GravidanzaOnLine

Dubbi sulle varie incompatibilità materno fetali in gravidanza

Maria

chiede:

Gentili medici,
avrei alcuni dubbi riguardo le varie incompatibilità materno fetali.
Mi spiego cercando di essere chiara: in vista di una gravidanza ho effettuato presso un laboratorio privato l’esame del gruppo sanguigno che risulta essere 0 rh negativo (purtroppo). Avrei alcuni dubbi:
1) so che in caso il feto fosse rh positivo, come il padre, mi verrebbe somministrata una immunoprofilassi, questo preverrebbe la MEN da incompatibilità rh. So però che esistono anche altre incompatibilità verso altri antigeni minori (anti kell, anti c, anti C, eccetera) contro le quali non esiste immunoprofilassi.
Io non ho fatto il fenotipo rh (ccddee) ma so solo di essere 0 negativo. Dovrei farlo? Nel caso sviluppassi una incompatibilità verso uno di questi antigeni minori, il feto rischierebbe anche in questo caso una MEN o in questo caso l’eventuale anemia è sempre benigna, non clinicamente significativa e risolvibile (quindi non preoccupante)?
2) per lo stesso motivo, se in seguito al parto sviluppassi anticorpi anti kell o anti c eccetera, dovrei rinunciare a una seconda gravidanza in quanto considerata ad alto rischio (come in caso di immunizzazione contro anticorpi rh, in cui una seconda gravidanza con madre immunizzata sarebbe ad alto rischio di men)?
3) io sono 0 rh negativo e mio marito rh positivo (esami fatti in un laboratorio privato), ma so che esistono anche persone rh weak, parziali, deboli, variant… insomma situazioni intermedie che per scoprire bisogna fare esami specifici… potrei quindi io non essere in realtà rh negativa ma rh variant o parziale o debole? Come faccio a scoprirlo? In caso fossi rh parziale o debole potrei comunque fare l’immunoprofilassi anti d dopo il parto con efficacia?
4) mia sorella che è A positivo, anche lei potrebbe essere in realtà parzialmente positiva o debolmente positiva? O in caso di rh positivo può stare tranquilla che è positiva? (lei è attualmente già incinta, ed era tranquilla essendo positiva, ma a questo punto se ci vogliono degli esami specifici non so se informarla che deve rifare l’esame per accertarsi di non essere d variant e quindi a rischio di immunizzazione… anche lei l’esame l’ha fatto nel mio stesso laboratorio privato!).
Grazie mille, scusate per le domande forse banali, ma da quando ho scoperto di essere rh negativa sono totalmente sconfortata perchè ho paura che avrò difficoltà ad avere gravidanze in sicurezza.

Gentile Maria,
i sottogruppi sanguigni sono veramente tanti ed interagiscono fra loro in maniera estremamente complessa; quindi conviene basarsi secondo me su alcune regole principali, che si riducono sostanzialmente al fatto che la vera incompatibilità è quella legata al fattore RH. Le incompatibilità AB0 e dei gruppi minori di solito non creano problemi.
Nell’eventualità che ciò si dovesse verificare, ipotesi per fortuna poco probabile, si affronterà, in vista di una ulteriore gravidanza, il problema con la consulenza di un ematologo esperto in tale settore.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo